Icardi trascina l’Inter, 4-2 alla Fiorentina

Icardi trascina l’Inter, 4-2 alla Fiorentina

Sei gol e tante emozioni tra Inter e Fiorentina, gara valida per la 24° giornata del campionato di Serie A. Finisce 4-2 per i padroni di casa, che ripartono alla grande dopo la clamorosa eliminazione dall’Europa League ad opera dell’Hapoel Beer Sheva.

Pioli si affida a capitan Icardi, supportato dalle ali offensive Perisic e Candrerva. A centrocampo Brozovic, Kondogbia e Banega.
Paulo Sousa schiera il solito duo Ilicic-Kalinic, con Bernardeschi a ridosso.

Tornado Inter – Nel primo tempo succede di tutto. L’Inter passa subito in vantaggio con un piatto destro di Brozovic che scheggia la parte inferiore della traversa e finisce in rete. Dopo appena sei minuti la squadra di casa raddoppia grazie all’incursione di Candreva, che sorprende la retroguardia viola. Pioli e tutto il popolo nerazzurro strabuzzano gli occhi. Una partenza così, da queste parti, non si vedeva da tempi. Ma non finisce qui. Al 19’ Icardi realizza una gol da applausi: finta a rientrare, attesa dell’uscita del portiere e rasoterra vincente. Una magia che vale l’undicesimo centro in campionato e il 3-0 provvisorio. Già, provvisorio. Perché la Fiorentina non demorde e al 37’ accorcia con Kalinic, che detta il passaggio, riceve palla e conclude nel migliore dei modi. Il gol sembrerebbe ridare fiducia alla squadra allenata da Paulo Sousa, ma l’espulsione di Gonzalo Rodriguez in pieno recupero (fallo da ultimo uomo su Icardi) spegne sul nascere ogni speranza di risalita.

Ilicic la riapre, Icardi la chiude – Nella ripresa ci si aspetterebbe un’Inter capace di ammazzare la partita senza troppi sforzi. Si assiste invece ad una reazione di orgoglio della Fiorentina, che riesce a giocare addirittura meglio in dieci uomini rispetto a quanto poteva contare su tutti gli effettivi. Al 61’, poi, riesce pure ad approfittare di un clamorosa opportunità generosamente offerta dall’Inter (concedere un contropiede ad una squadra in inferiorità numerica è qualcosa di imperdonabile) e realizzare in contropiede la rete che riapre la gara (sinistro di Ilicic). I nerazzurri, però, imparano la lezione e nei restanti minuti di gioco prendono in mano il pallino e sfiorano a più riprese il gol del 4-2 (incredibile l’occasione fallita da Joao Mario). Rete che arriva a pochi minuti dal fischio finale, quando Icardi, ancora lui, insacca da pochi passi.

Il tabellino:

Inter – Fiorentina 4-2 (primo tempo 3-1)

Marcatori: Brozovic (I) al 3′, Candreva (I) al 9′, Icardi (I) al 19′, Kalinic (F) al 37′ p.t.; Ilicic (F) al 17′, Icardi (I) al 46′ s.t.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Miranda, Ansaldi; Brozovic, Kondogbia (dal 1′ s.t. Joao Mario); Candreva (dal 33′ s.t. Eder), Banega (dal 23′ s.t. Melo), Perisic; Icardi. (Carrizo, Andreolli, Nagatomo, Miangue, Murillo, Gnoukouri, Biabiany, Jovetic, Gabriel Barbosa). All. Pioli.

Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu; Salcedo, Gonzalo Rodriguez, Astori, Milic (dal 1′ s.t. Tomovic); Badelj, Borja Valero; Tello (dal 30′ s.t. Perez), Ilicic, Bernardeschi (dal 20′ s.t. Chiesa); Kalinic. (Lezzerini, Dragoswki, De Maio, Sanchez, Cristoforo, Maxi Olivera, Zarate, Babacar). All. Paulo Sousa.

Arbitro: Damato di Barletta.

Note: Espulso Gonzalo Rodriguez (F) per gioco scorretto. Ammoniti Kondogbia (I), Salcedo (F), Miranda (I), Melo (I), Ansaldi (I) per gioco scorretto; Brozovic (I) e Tomovic (F), Borja Valero (F) per proteste.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook