La Lazio serve il poker al Cagliari, 4-1

La Lazio serve il poker al Cagliari, 4-1

La Lazio, dopo due pareggi, ritrova la vittoria e i tre punti. Tra le mura amiche dell’Olimpico la Lazio batte il Cagliari con un agevole poker. La partita termina già nella prima frazione che vede i biancocelesti andare in rete con Keita e una doppietta di Immobile, il Cagliari manifesta gravi disattenzioni in difesa (i sardi incassano 9 reti in due gare) e, pur creando alcune azioni pericolose, non riesce mai ad entrare in partita. La seconda frazione è meno veloce ma comunque interessante: Borriello fallisce dal dischetto, Anderson trova la grande giocate per il poker. Nel finale, da palla inattiva, Wallace devia nella propria porta per il gol della bandiera del Cagliari.

Troppo facile per la Lazio-Sotto una pioggia insistente  inizia il match tra la Lazio e il Cagliari, i padroni di casa spingono subito forte sull’acceleratore e si propongono in avanti con molti effettivi, i due esterni alti, Keita e Anderson, sono in serata e basta ai biancocelesti per andare in vantaggio. Complice una difesa avversaria disunita e distratta, non in grado di tenere le posizioni e il passo rapido dei padroni di casa, la Lazio, passa in vantaggio con Keita: palla gestita male dalla difesa del Cagliari che la regala a Radu, dentro per Lulic che alza la testa e serve lo spagnolo, controllo e diagonale velenoso che si insacca nell’angolo lontano. Il Cagliari prova a reagire ma regala praterie agli attaccanti laziali, ne approfitta Immobile che si invola verso l’area avversaria ma viene atterrato da Ceppitelli, calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Immobile che spiazza Storari alla propria sinistra. Passano pochi minuti e ancora Immobile sfrutta l’ennesima incertezza della difesa cagliaritana che gli regala una palla invitante, l’attaccante avanza indisturbato verso l’estremo difensore e lo supera con un colpo sotto che si insacca nell’angolino lontano. Uno-due devastante di Immobile che permette ai suoi di andare a riposo sul punteggio di 3-0.

Borriello sbaglia, Anderson no- Forte del aspettando un’eventuale reazione del Cagliari che però rimane cauto senza sbilanciarsi troppo. La partita si accende al 60’ con il Cagliari che ha la possibilità di accorciare le distanze in virtù di un calcio di rigore assegnato perisultato acquisito durante la prima frazione, la Lazio inizia il secondo tempo con meno verve e meno incisività, r un fallo di Keita ai danni di Melchiorri, dal dischetto si presenta Borriello che calcio basso ma fuori bersaglio. Si rimane sullo stesso punteggio con il Cagliari che ora rompe gli equilibri e si protrae in avanti, ne approfittano gli esterni della Lazio che ripartono con grande velocità e pericolosità. La partite vive il suo momento di massima staticità fino a quando Anderson non decide di sbloccarsi e segnare un gol degno del suo nome: palla conquistata al limite dell’area, dribbling in serpentina su tre avversari, ingresso in area e piatto preciso sul primo palo. Poker Lazio. Nel finale il Cagliari trova la rete della bandiera con un autogol di Wallace che, da calcio d’angolo, devia involontariamente con la spalla dietro Marchetti. Termina 4-1.

Meritano 2duerighe

Immobile. L’attaccante della Lazio vive il suo miglior momento, 8 reti in dieci gare e punto di riferimento per le offensive biancocelesti. Spietato e cinico sotto porta, sfrutta al meglio gli errori avversari.

Borriello. Incolore per tutto il match, for

speranza per il Cagliari.

Tabellino

se sente il peso del personale derby, ma in attacco è pressoché inesistente. Sbaglia clamorosamente il rigore della LAZIO-CAGLIARI 4-1

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Patric, Wallace, Hoedt, Radu; Parolo (66′ Murgia), Cataldi, Lulic (82′ Leitner); Felipe Anderson, Immobile (72’Lombardi), Keita. All. S. Inzaghi

CAGLIARI (4-3-1-2): Storari; Bittante, Ceppitelli, Bruno Alves, Murru (68′ Capuano); Isla (55′ Dessena), Tachtsidis, Padoin; Barella; Melchiorri, Borriello (75′ Giannetti). All. M. Rastelli

Arbitro: Celi (sez. Bari)

Marcatori: 6’ Keita (L), 23’ rig. Immobile (L), 28’ Immobile (L), 79’ Anderson (L), 87’ aut. Wallace (C)

Ammoniti: Ceppitelli (C), Keita (L), Tachtsidis (C), Dessena (C)

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook