La Juventus domina, finisce 3-0 allo Stadium

La Juventus domina, finisce 3-0 allo Stadium

 Troppo forte questa Juve per una Lazio priva di molti titolari e vittima delle solite ingenuità e disattenzioni della sua difesa. Bianconeri che ormai sono ad un passo dal quinto titolo consecutivo che potrebbe arrivare già nella prossima gara contro la Fiorentina. La squadra di Inzaghi, dopo due vittorie consecutive, ritorna alla sconfitta abbandonando definitivamente ogni speranza europea.

 Vantaggio bianconero Partita equilibrata inizialmente con la Lazio che tiene il pallino del gioco e con la squadra di casa in attesa di colpire in contropiede. La prima occasione è per Dybala al 9’ che servito al centro da Lichtsteiner calcia verso la porta colpendo Marchetti. Al 21’ ancora Juventus, Khedira parte sul filo del fuorigioco e serve al centro dell’area il solissimo Pogba che conclude debolmente divorandosi la rete del vantaggio. Non riesce a creare pericoli la squadra di Inzaghi; Anderson e Keita non riescono mai a saltare i loro diretti avversari e tantomeno a concludere verso Buffon. Arriva il vantaggio della squadra di Allegri quasi allo scadere con Mandzukic che lasciato solissimo dagli avversari, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, approfitta di un tiro-cross di Pogba e insacca alle spalle di Marchetti.

 Dominio bianconero- rientra in campo svagata la Lazio come se già rassegnata all’epilogo della gara; dopo tre minuti Patric in maniera ingenua trattiene reiteratamente Dybala prendendo il secondo giallo che lascia in 10 la squadra ospite. Al 52’ Mazzoleni concede un rigore alla Juventus per trattenuta di Gentiletti su Bonucci; Dybala trasforma dal dischetto nonostante Marchetti intuisca la traiettoria. La squadra di Inzaghi non c’è più sul campo, troppa la differenza tra le due compagini amplificata anche dall’uomo in meno per i biancocelesti. Al 64’ è ancora il talento argentino ad andare a segno mettendo la parola fine all’incontro; azione avviata da Mandzukic per Khedira, il tedesco serve l’ex-Palermo che in scivolata con il destro supera ancora il portiere laziale. La Juventus a questo punto controlla la partita sfiorando la quarta rete ancora con Dybala e nel finale con il neo-entrato Zaza.

Meritano 2duerighe

Dybala: sesto gol per l’argentino contro la Lazio e quarta rete in questa stagione contro i biancocelesti sua vittima preferita. Inarrestabile per la lenta e distratta retroguardia biancoceleste

Gentiletti: sempre fuori posizione il giocatore ex-San Lorenzo; trattiene ingenuamente Bonucci in area di rigore per il penalty bianconero e si trova inspiegabilmente a centrocampo nell’azione del terzo gol firmato da Dybala. Simbolo della disfatta laziale.

 TABELLINO

JUVENTUS – LAZIO  3-0                                                                                                                   

Juventus (3-5-2): Buffon, Rugani, Bonucci, Barzagli, Lichtsteiner, Khedira(70’ Sturaro), Hernanes, Pogba(82’ Asamoah), Alex Sandro, Mandzukic, Dybala(75’ Zaza). All.: Allegri.

Lazio (4-3-3): Marchetti, Patric, Hoedt, Gentiletti, Lulic, Biglia(77’ Cataldi), Parolo(46’ Milinkovic-Savic), Onazi, Keita, Felipe Anderson(53’ Basta), Djordjevic. All.: Pioli.

 Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.

 Marcatori: 39’ Mandzukic(J), 52’ Dybala, rig.(J), 64’ Dybala(J) .

 Ammoniti : 42’ Patric(L), 52’ Lulic(L), 75’ Sturaro(J).

 Espulsi: 49’ Patric(L).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook