Vidal trascina la Juventus a Catania (0-1)

Un gol di Vidal nella ripresa spiana la strada alla Juve al “Massimino”. Il cileno decide un match complicato per gli uomini di Conte che ottengono un prezioso successo allungando sempre più la striscia di imbattibilità in campionato.

Alessio sceglie in avanti Bendtner in coppia con Vucinic, Marchisio viene rimpiazzato dal giovane Pogba.

Maran si affida agli stessi undici scesi in campo contro l’Inter con l’eccezione di Rolin al posto di Alvarez, 3-5-2 confermato con Bergessio e Barrientos in attacco.

Parte bene la Juve che al 4’ si rende pericolosa con un destro potente di Vidal sul quale interviene in due tempi il portiere catanese.

 

I bianconeri prendono in mano il centrocampo ed il gioco, tanto possesso palla ma poca profondità, il Catania pur arretrando riesce a tenere senza correre particolari rischi.

Al 26’ episodio da moviola: Spolli colpisce il palo ma Bergessio ribadisce in rete, Rizzoli (arbitro di linea) sconfessa Gervasoni ed annulla per fuorigioco scatenando le vibranti proteste dei padroni di casa.

La gara sale di tono soprattutto dal punto di vista dell’agonismo e del nervosismo, nel finale di tempo arrivano anche le occasioni per la Juve che al 39’ sciupa un grossa chance con Vucinic il quale sbaglia tutto davanti a Andujar, in seguito ad un rimpallo.

Due minuti dopo è ancora il montenegrino che impegna l’estremo difensore catanese con un colpo di testa sulla sponda di Bendtner ma Andujar risponde alla grande.

La ripresa si apre con il vantaggio bianconero al primo vero affondo: Vucinic al 57’ imbecca Bendtner leggermente in fuorigioco, l’attaccante fallisce davanti al portiere di sinistro ma sulla respinta Vidal è pronto ed appoggia in rete.

Al 66’ ingenuità di Marchese che tocca il pallone con il braccio e viene ammonito nuovamente, il Catania rimane in 10 e Pogba sfiora il raddoppio di testa ma Andujar si esibisce in un altro intervento notevole e salva tutto.

L’inferiorità numerica annichilisce il Catania mentre la Juve gestisce il vantaggio, Maran si gioca i tre cambi inserendo Castro, Morimoto e Biagianti ma la sostanza non cambia.

Nel finale è ancora Juventus con Vidal che prova il destro da fuori e Andujar devia a mano aperta; passano tre minuti ed un’azione personale di Giovinco si chiude con un sinistro impreciso del giovane fantasista. È l’ultima occasione della gara, la Juve passa anche in Sicilia e vola a 25 punti, un successo importante ma che scatenerà inevitabilmente tante polemiche per le decisioni arbitrali.

CATANIA – JUVENTUS 0-1 (PRIMO TEMPO 0-0)

Marcatori: 57’ Vidal.

Ammoniti: Rolin, Legrottaglie, Spolli, Barrientos, Marchese, Asamoah, Vidal,

Espulsi: Marchese.

CATANIA (3-5-2): Andujar; Rolin, Legrottaglie, Spolli; Izco, Lodi, Almiron (79’ Biagianti), Marchese, Gomez (81’ Morimoto); Barrientos (68’ Castro), Bergessio.

All.: R. Maran.

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (88’ Caceres), Pogba (93’ Padoin), Pirlo, Vidal, Asamoah; Vucinic (78’ Giovinco), Bendtner.

All.: A. Alessio.

ARBITRO: A. Gervasoni (MN).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook