Tanto nervosismo ma poche emozioni, 0-0 a Udine

Tanto nervosismo ma poche emozioni, 0-0 a Udine

Brutta partita al Dacia stadium di Udine tra i padroni di casa e la Lazio di Pioli; vince il nervosismo dei ventidue in campo e anche dei dirigenti delle due squadre che si rendono protagonisti di una bagarre nel finale reiterata nel sottopassaggio. Pareggio a reti bianche che fa respirare l’Udinese dopo le ultime brutte gare con Juventus e Palermo mentre per l’undici romano questo punto rallenta ancora di più la difficilissima rincorsa alle zone nobili della classifica.

 Udinese in 10 Parte forte l’Udinese che prova a sfruttare le solite amnesie difensive di inizio partita della Lazio. All’11 Thereau allarga per Badu che, da buona posizione, trova un tocco che devia il suo tiro. Al 29’  episodio che accende gli animi della partita; Kuzmanovic mette dentro servito da Badu ma la posizione in fuorigioco del centrocampista ex-Inter invalida il tutto scatenando la rabbia dei tifosi di casa. Al 38’ prima occasione per la Lazio; Candreva sfonda sulla destra e impegna Karnezis, Djordjevic prova ad approfittarne senza però riuscirci. Al 42’ possibile svolta del match; Danilo ammonito poco prima per un battibecco con l’attaccante serbo si fa anticipare proprio da quest’ultimo entrando in ritardo e costringendo l’arbitro Celi al doppio giallo. All’ultimo secondo è Konko a divorsi un gol, sulla sponda di Mauricio, mandando alto il pallone.

 Animi tesi – La Lazio prova ad approfittare del vantaggio numerico; Matri, entrato per l’infortunato Djordjevic, fa un gran gol al 49’ ma invalidato perchè parte in posizione di netto fuorigioco. Al 57’ ancora una rete annullata all’attaccante ex-Milan stavolta per una spinta su Hertaux. Partita che fatica a decollare; poche e confuse le idee della squadra di Pioli mentre i padroni di casa cercano di chiudere ogni spazio senza mai tentare sortite offensive, complice l’uomo in meno. Ci provano Klose, tiro ribattuto, e Konko, colpo di testa a lato, non trovando il bersaglio grosso. All’85’ viene pareggiato il conto degli uomini in campo; Matri protesta veementemente all’indirizzo del guardalinee per un fallo non fischiato e viene espulso da Celi; scoppia il caos anche tra le due panchine e vengono allontanti i due team manager che continuano la lite nel sottopassaggio. Termina senza ulteriori emozioni dopo quattro minuti di recupero la gara non lasciando un ricordo indelebile negli occhi degli appassionati.

 Meritano 2durighe

Cataldi: dopo aver trovato il primo gol in serie A il centrocampista laziale sfodera una buona prestazione fatta di giocate e di tanta grinta; diffidato prende il giallo che gli costa il match di mercoledì contro il Napoli.

Danilo: subisce troppo il nervosismo del match e in pochi minuti colleziona i due gialli che gli costano l’espulsione e costringono i suoi all’inferiorità numerica già dal primo tempo.

 TABELLINO

UDINESE – LAZIO  0-0                                                                                                                      

Udinese (3-5-2): Karnezis, Wague, Danilo, Piris, Edenilson, Badu, Kuzmanovic(69’ Bruno Fernandes), Guilherme(59’ Lodi), Ali Adnan, Zapata(54’ Hertaux), Thereau. All.: Colantuono.

Lazio (4-3-3): Marchetti, Basta, Hoedt, Biscevac(8’ Mauricio), Konko, Cataldi, Parolo(75’ Klose), Milinkovic-Savic Candreva, Keita, Djordjevic(44’ Matri) All.: Pioli.

 Arbitro: Celi di Bari.

 Ammoniti: 30’ Thereau (U), 31’ Danilo(U), 31’ Djordjevic(L), 37’ Wague(U), 50’ Parolo(L), 67’ Cataldi (L), 90’ Milinkovic (L).

Espulsi:  43’ Danilo(U), 85’ Matri(L).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook