Matri-Eysseric, a Saint-Etienne è 1-1

Matri-Eysseric, a Saint-Etienne è  1-1

Match che conta poco per il girone G di Europa League; Lazio e Saint-Etienne, infatti,  sono già qualificate ai sedicesimi di finale rispettivamente da prima e seconda classificata. Il pareggio, maturato tutto nel secondo tempo, riesce almeno a interrompere la serie di sconfitte in campionato della squadra di Pioli ma conferma ancora una volta la fragilità della sua difesa a cui manca terribilmente Stefan De Vrij.

Poche emozioni La partita, come da attese, non è delle migliori agonisticamente parlando. I protagonisti, almeno per la prima frazione di gioco, sono i tifosi di casa che hanno riempito l’impianto francese per tributare merito ai propri beniamini. Nonostante si giochi su buoni ritmi, i numerosi passaggi sbagliati da ambedue le fazioni non permettono di creare occasioni degne di nota. La prima palla gol è sui piedi Corgnet, al 25’, ma Berisha è bravo a deviare in calcio d’angolo; risposta degli ospiti al 28’ con Felipe Anderson che vede murare il suo tiro quasi sulla linea di porta da Sall. Ancora Lazio al 33’ con Djordjevic che mette al centro un buon pallone sul quale nessun giocatore biancoceleste prova ad inserirsi. L’ultima chance è ancora per Corgnet che, favorito  da un pasticcio di Hoedt, prova a sorprendere Berisha fuori dai pali, solo un salvataggio a porta sguarnita, proprio del difensore olandese, evita alla formazione di Pioli di chiudere sotto il primo tempo.

Pareggio giusto– La Lazio riparte forte e trova subito il vantaggio con Matri che dopo aver sfruttato una buona azione di Konko, supera con un pallonetto Moulin e deposita in rete. Biancocelesti vicini al raddoppio al 55’ con Djordjevic che, servito ottimamente da Felipe Anderson con un cross da destra, non riesce a mettere in rete da ottima posizione colpendo solo il palo. L’undici di Pioli sembra poter chiudere la partita da un momento all’altro ma come spesso accade quest’anno non lo fa e alla prima disattenzione, che puntualmente capita, prende gol. Al 76’, infatti, Felipe Anderson sbaglia il rinvio servendo Eysseric che calcia da fuori area, Berisha giudica male la traiettoria e il pallone finisce in rete. Saint-Etienne rianimato e alla ricerca del vantaggio che prova a trovare prima all’ 84’, rete annullata, e al minuto 85 quando Maupay da pochi passi sbaglia il tap-in. Dopo tre minuti di recupero la gara si conclude mandando agli archivi questa prima fase di Europa League.

Meritano 2duerighe

Konko: buona prova dell’esterno francese impiegato solo nella seconda competizione europea da Pioli. Prestazione solida in fase difensiva la sua a cui si aggiunge l’assist per il gol di Matri.

Felipe Anderson: la differenza delle sue prestazioni rispetto allo scorso anno è notevole; il brasiliano non riesce mai ad accendersi, sbaglia numerosi passaggi, e fornisce l’ “assist” per il pareggio del Saint-Etienne sbagliando il rinvio.

 TABELLINO

SAINT-ETIENNE – LAZIO  1-1                                                                                                        

Saint-Etienne (4-2-3-1): Moulin, Brison, Karamoko(27’ Sall), Pogba, Polomat, Clement, Corgnet(64’Bamba), Diomande(57’ Pinheiro), Eysseric, Bahebeck, Maupay. All.: Galtier.

Lazio (4-4-2): Berisha, Basta, Hoedt, Mauricio, Konko, Oikonomidis(84’ Candreva), Cataldi, Parolo, Felipe Anderson, Djordjevic, Matri(74’ Morrison) All.: Pioli.

 Arbitro: Kevin Blom (Olanda).

 Marcatori: 52’ Matri(L), 76’ Eysseric(S) .

 Ammoniti : 5’ Hoedt(L),  33’ Mauricio(L), 42’Brison(S), 73’ Cataldi(L).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook