Doppio Djordjevic, alla Lazio manca un punto per la qualificazione

Doppio Djordjevic, alla Lazio manca un punto per la qualificazione

Bella vittoria della Lazio che regola la pratica nel primo tempo e poi risparmia le energie in vista della stracittadina di domenica. Biancocelesti che si riscattano almeno parzialmente dalla debacle contro il Milan, vincono la seconda partita della stagione in trasferta e per la prima volta fuori dall’olimpico non prendono gol. Qualificazione quasi raggiunta, manca un punto da ottenere forzatamente nella prossima gara interna con il Dnipro per non correre rischi nell’ultimo match in terra francese.

 Dominio laziale Tutto troppo facile nella prima frazione di gioco per la formazione di Pioli che trova il vantaggio dopo soli 9’ con Djordjevic; l’attaccante serbo anticipa la difesa norvegese e di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, batte Hansen. L’unico brivido per la porta di Berisha lo porta al 16’ Helland con un cross dalla traiettoria sorprendente che si infrange sul palo. Alla mezz’ora arriva il raddoppio laziale; Onazi ruba un buon pallone sulla trequarti e serve Djordjevic che batte nuovamente il numero uno del Rosenborg. Potrebbe chiudere per due volte il match la Lazio ma prima Candreva sciupa la sua occasione solo davanti ad Hansen, colpendo il portiere in pieno volto, e poi è l’arbitro che ferma gli ospiti annullando, giustamente, la rete ad Hoedt per un fuorigioco di Gentiletti sugli sviluppi dell’azione.

Con la testa al derby Secondo tempo in controllo della squadra di Pioli. Gli undici biancocelesti tentano di mettere il pallone per la terza volta in rete senza però metterci tanta convinzione, i padroni di casa allora provano a sfruttare la situazione alzando il baricentro e provando ad impensierire Berisha. La pochezza tecnica del Rosenborg è tale da non riuscire mai a creare patemi alla non irreprensibile difesa biancoceleste e così la partita scorre via senza troppe emozioni. A rovinare in parte la serata è l’espulsione nel finale di Keita che, subentrato a Candreva, colpisce un avversario con una manata lasciando i suoi in 10.

 Meritano 2duerighe

Djordjevic: Esordio in Europa con la Lazio e subito due gol nei primi 45 minuti da attaccante vero. Rincorre gli avversarsi fino alla sua metà campo ed esce stremato dopo aver dato tutto per la causa.

Keita: entra bene ed ha subito un occasione per chiudere il match, col passare del tempo frena i suoi entusiasmi allineandosi al ritmo del match. Brutto ed inutile la sua manata a Helland che lo fa uscire anzitempo dalla partita; da lui si aspetta un salto di qualità anche a livello caratteriale.

 Tabellino

ROSENBORG -LAZIO 0-2                                                                                                               

Rosenborg (4-3-3): Hansen, Svensson, Reginiussen(33’ Bjordal), Eyjolfsson, Skjelvik, Jensen, Selnaes, Midtsjo(61’ Konradsen), Helland, Soderlund(65’ Vilhjalmsson), Mikkelsen. All.: Ingebrigtsen.

Lazio (4-2-3-1): Berisha, Konko, Hoedt, Gentiletti, Radu, Cataldi, Onazi, Candreva(46’ Keita), Morrison(76’Mauri), Kishna, Djordjevic(66’ Matri). All.: Pioli.

Arbitro: Marriner (Inghilterra).

 Marcatori: 9’, 29’ Djordjevic(L).

 Ammoniti : 21’Radu(L), 82’Kishna(L).

 Espulsi: 83’ Keita(L).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook