Gioca bene la squadra di Pioli ma si specchia troppo non riuscendo ad incidere nei momenti chiave del match, lascia spazio allora alla rimonta dell’Atalanta che nelle uniche due occasioni da gol della sua partita riesce a sorprendere la retroguardia ospite. La Lazio continua ad inanellare sconfitte in trasferta che fanno da contraltare al perfetto ruolino di marcia interno. La squadra di Reja invece mantiene l’imbattibilità casalinga, raggiunge quota 17 punti e prova a guardare alto più in dell’obiettivo salvezza.

Vantaggio laziale Parte bene la Lazio che prova da subito a prendere in mano le redini del match con il suo maggior tasso tecnico; al 6’ è Basta che sulla corsia di destra lascia partire un pallone rasoterra deviato in angolo da Masiello che rischia l’autogol. Il vantaggio della squadra di Pioli arriva al 16’ con Biglia che con una bella punizione a giro batte Sportiello. A sprazzi la squadra bergamasca prova a creare pericoli alla non irreprensibile difesa romana con le accelerazioni di Maxi Moralez e Gomez. Al 32’ è Stendardo ad andare vicino al pareggio, il difensore napoletano sugli sviluppi di un calcio di punizione, tutto solo, cerca di colpire il pallone di testa senza trovare però la sfera. Alla fine della prima frazione di gioco è Onazi con un tiro dalla distanza a creare preoccupazioni alla squadra di casa.

Rimonta la Dea Secondo tempo con lo stesso spartito del primo, la Lazio prova ad orchestrare la manovra  con l’Atalanta che prova a ripartire sfruttando gli errori di impostazione degli avversari. I biancocelesti non riescono però mai a sferrare il colpo del k.o. sbagliando sempre il passaggio decisivo e così i padroni di casa trovano il pareggio; è  il 69’ e su un cross insidioso dalla sinistra di Gomez, Basta cerca di allontanare il pallone che però gli sbatte incredibilmente sul piede sinistro finendo nella sua rete. A Pioli non basta il punto e decide di giocare il tutto per tutto con il duo Klose-Djordjevic che non mette però mai in pericolo la porta di Sportiello. La Dea allora approfitta della sterilità avversaria e segna il gol vittoria con Gomez che sfrutta un velo di Raimondi su cross dalla destra e batte Marchetti. L’assalto finale non porta i frutti sperati e gli ospiti si rassegnano alla quarta sconfitta in cinque trasferte.

Meritano 2duerighe

Gomez: Partita di sacrificio nel primo tempo per il papu, nella ripresa propizia il gol del pareggio e conclude la rimonta mettendo il pallone all’incrocio dei pali.

Basta: gioca discretamente l’ex-Udinese ma sbaglia in entrambi i gol atalantini; nel primo caso con l’intenzione di rinviare il pallone lo mette nella sua porta, e nella seconda rete bergamasca è assente dalla sua zona di campo lasciando libertà d’azione a Gomez.

TABELLINO

ATALANTA – LAZIO 2-1                                                                                                                  

Atalanta (4-3-3): Sportiello, Masiello, Stendardo, Paletta, Dramè(58’ D’Alessandro), Carmona, De Roon, Kurtic(46’ Raimondi), Maxi Moralez(78’ Cherubin), Pinilla, A.Gomez All.: Reja.

Lazio (4-2-3-1): Marchetti, Basta, Hoedt, Gentiletti, Lulic, Onazi(80’ Klose), Biglia, Candreva, Milinkovic-Savic, Felipe Anderson,  Matri(64’ Djordjevic) All.: Pioli .

 Arbitro: Irrati di Pistoia.

Marcatori: 16’Biglia(L), 69’ Basta aut. (A), 86’ Gomez(A).

Ammoniti : 11’ Biglia(L), 31’ Onazi(L), 65’ Masiello(A), 72’ Raimondi (A), 74’ Lulic(L), 90’ MIlinkovic-Savic.

Francesco Pistolesi

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook