KO Lazio, Berardi e Missiroli fanno volare il Sassuolo

KO Lazio, Berardi e Missiroli fanno volare il Sassuolo

Cinico il Sassuolo che con il minimo sforzo si trova in vantaggio di due reti e poi resiste al tentativo di rimonta della squadra biancoceleste. Tante le assenze e molti giocatori sottotono per la squadra romana che non ha permesso alla squadra di Pioli di raggiungere la quarta vittoria consecutiva che, con i risultati del pomeriggio, l’avrebbe posizionata al primo posto in classifica in coabitazione con la Fiorentina. Risorge invece la squadra di Di Francesco dopo due risultati poco convincenti con Chievo e Empoli che avevano rallentato l’inizio scoppiettante di stagione.

 

Berardi gol – Bastano 7 minuti al Sassuolo per passare in vantaggio; sugli sviluppi di una punizione causata da Onazi a trequarti campo la palla capita sui piedi di Cannavaro, il difensore napoletano con una finta supera Lulic che con un leggerissimo tocco lo ostacola facendolo cadere a terra, Guida ha qualche dubbio ma alla fine concede il rigore che il talento classe 1994 trasforma portando  in vantaggio i suoi. Risponde  subito la Lazio, con un colpo di testa di Milinkovic che si stampa sulla traversa; lo spartito per tutta la prima frazione di gioco vede la squadra di Pioli cercare il pareggio esponendosi però alle pericolose ripartenze degli avanti di Di Francesco. Al 36’ Tenta il gol Candreva con una conclusione fortissima al volo che termina di poco a lato.

 

Rimonta mancata Rientra vogliosa la Lazio nel secondo tempo, determinata a ribaltare il risultato; dall’altra parte i neroverdi reggono bene cercando di colpire con le veloci ripartenze. Al 60’ infatti arriva il raddoppio della squadra di casa; ottimo l’inserimento di Missiroli che sfrutta un liscio di Sansone su cross di Vrsaljko e la mette sotto la traversa. I biancocelesti ora soccombono affossati dal doppio svantaggio e rischiano di capitolare sul tiro dal limite di Falcinelli che termina la sua corsa sulla traversa. Dal possibile 3-0 arriva invece il gol che riapre la partita; Felipe Anderson duetta bene con Keita e solo davanti a Consigli lo batte facendo tornare in partita i suoi. Purtroppo per  Pioli la sua squadra non crea occasioni degne di nota, facendosi fermare sempre dall’arcigna difesa di casa. Solo all’ultimo respiro prima Kishna e poi Milinkovic-Savic hanno sui loro piedi il tiro del pareggio non riuscendo però a centrare il bersaglio.

 

Meritano 2duerighe

Berardi: di ritorno dall’infortunio che gli ha fatto saltare la nazionale, il talento classe 1994 realizza il suo primo gol in stagione su rigore rendendosi protagonista poi di una prestazione di sacrificio che permette ai suoi di reggere bene all’urto laziale.

Onazi: Compie l’ingenuo fallo che porta al rigore per il Sassuolo, recupera un buon numero di palloni ma puntualmente li riconcede agli avversari, sbaglia gli appoggi più semplici costringendo Pioli a sostituirlo a inizio secondo tempo.

 

TABELLINO

Sassuolo-Lazio 2-1                                                                                                                  

Sassuolo (4-3-3):Consigli, Vrsaljko, Acerbi, Cannavaro, Peluso,  Missiroli, Magnanelli, Biondini(71’ Laribi), Berardi(82’ Terranova), Falcinelli (71’ Defrel), Sansone All.: Di Francesco.

Lazio (4-2-3-1): Marchetti, Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic, Onazi (46’ Keita), Cataldi, Candreva (77’ Kishna), Milinkovic-Savic, Felipe Anderson, Klose (65’ Matri) All.: Pioli .

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

 

Marcatori: 7’Berardi (S), 60’ Missiroli (S), 67’ Felipe Anderson (L).

 

Ammoniti : 7’Lulic(L), 20’ Milinkovic-Savic(L), 44’Sansone (S), 75’ Cataldi (L), 86’ Mauricio (L).

 

Espulsi: 90’ Cataldi (L).

 

Francesco Pistolesi

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook