Florenzi-Pellè, l’Italia rimonta e conclude in testa il girone

Florenzi-Pellè, l’Italia rimonta e conclude in testa il girone

Vittoria sofferta, meritata e di rimonta per gli azzurri che trovatisi in svantaggio immeritatamente nel primo tempo nell’unica occasione per i norvegesi, riescono nella ripresa a superare il fortino della squadra di Hogmo ribaltando il risultato con Florenzi e Pellè. L’Italia che doveva fare a meno di molti giocatori infortunati come Parolo, Pirlo e Verratti e dello squalificato De Rossi riesce ad ottenere il primo posto nel girone davanti alla Croazia, che ha superato proprio i norvegesi, ma non sarà  testa di serie nei sorteggi per Francia 2016 a causa della contemporanea vittoria del Belgio contro Israele.

Azzurri sfortunati –Buona partenza dell’Italia che impone sin da subito il suo maggior tasso tecnico. Il primo squillo del match è di Pellè, al secondo minuto, che devia di testa il cross dalla sinistra di De Sciglio non riuscendo ad inquadrare la porta; pochi minuti dopo è Eder che per ben due volte non riesce a trovare la deviazione vincente in area di rigore, il pallone arriva a Montolivo che dal limite dell’area spara altissimo. Alla prima sortita offensiva è la Norvegia va in vantaggio; è il 23’ e sugli sviluppi di un calcio di punizione Chiellini allontana sui piedi di Tettey appostato fuori dall’area, il centrocampista calcia indisturbato trafiggendo Buffon. Dopo un piccolo contraccolpo gli azzurri tornano a comandare la partita inanellando una serie infinita di occasioni; la più ghiotta è quella che capita sulla testa dell’attaccante del Southampton, molto attivo nel primo tempo, che su servizio di Montolivo non riesce a mettere dentro da pochissimi metri. Allo scadere dell’unico minuto di recupero è il turno di Florenzi, che trova respinto il suo tiro dal portiere Nyland.

Monologo italiano Riparte bene l’Italia che cerca il pareggio; al 61’ Eder, servito ottimamente da Pellè, manca il pareggio facendosi ribattere il tiro da pochi passi dal bravissimo portiere norvegese. Arriva finalmente, al 74’, il punto dell’ 1-1 per gli azzurri; Florenzi è caparbio a interpretare l’indecisione di Aleesami e batte Nyland in uscita. A questo punto la Norvegia, che si è difesa per tutto il match, non ha le forze per ribattere ed è vittima delle continue scorribande azzurre. La muraglia rossa sembra cadere al 79’ su una buona azione in tandem dei due romani Candreva-Florenzi con il romanista a mettere dentro il pallone, Brych però annulla per un inesistente fuorigioco del laziale. Passano tre minuti e finalmente l’Italia conclude la rimonta; il centrocampista della Roma serve Pellè dentro l’area, l’attaccante si coordina benissimo e con un tiro in diagonale segna il punto del 2-1. La squadra azzurra sfiora soltanto il tris con Candreva e Giovinco in contropiede.

 

Meritano 2duerighe

Florenzi: Continua il gran momento del tuttofare romanista; a coronare l’ennesima prestazione di sacrificio ci sono l’astuto gol del pareggio e il bel cross che serve Pellè per il raddoppio azzurro.

Montolivo: Conte affida a lui le chiavi del centrocampo azzurro visti i forfait di Verratti e Pirlo. Il centrocampista del Milan non riesce però mai a illuminare la scena e viene anche fischiato dal pubblico dell’Olimpico stufo del suo gioco compassato. Viene sostituito sullo 0-1 da Bertolacci

 

TABELLINO

ITALIA – NORVEGIA 2 -1                                                                                                                

Italia (3-5-2): Buffon, Chiellini, Barzagli (72’ Candreva), Bonucci, Darmian, Soriano, Montolivo (68’ Bertolacci), Florenzi, De Sciglio, Pellè, Eder (62’ Giovinco). All.: Conte.

 

Norvegia (4-2-3-1): Nyland, Elabdellaoui, Hovland, Forren, Aleesami, Johansen, Tettey, Skjelbred (51’ Samuelsen), Henriksen, Berget (78’ Berisha), Soderlund (60’ King). All.: Hogmo .

 

Arbitro: Brych (Germania).

 

Marcatori: 23’ Tettey (N), 74’Florenzi (I), 82’ Pellè (I).

Francesco Pistolesi

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook