Pozzi regala la Serie A alla Samp, Varese battuto 1-0

Al “Franco Ossola” la Sampdoria supera 1-0 il Varese con un gol nel finale di Pozzi e riconquista la Serie A dodici mesi dopo essere retrocessa. Parte bene il Varese che prende in mano subito il pallino del gioco mentre la Samp fatica a ripartire. Le prime due occasioni sono per i padroni di casa, entrambe ad opera di Rivas. L’attaccante si libera bene al 20’ ma calcia centrale fra le mani di Da Costa, mentre due minuti più tardi conclude sull’esterno della rete dopo una bella incursione in area blucerchiata.

Il Varese preme sull’acceleratore e sfiora il gol al minuto 27: sugli sviluppi di una punizione, Neto raccoglie al centro dell’area, si gira e colpisce la traversa. Al 35’ la Samp va vicinissima al vantaggio sul primo affondo, dopo un tiro respinto a Pozzi, Soriano non riesce a deviare in porta e viene murato da due passi. Gli ospiti prendono coraggio e minacciano ancora la porta lombarda con una punizione dai trenta metri di Renan che Bressan para con un po’ di affanno in due tempi.
La seconda frazione inizia ancora con i doriani pericolosi, al decimo Rispoli prova una conclusione dalla distanza e sfiora il palo di pochissimo con il portiere del Varese battuto.
I biancorossi non trovano spazi, la Samp si difende ordinatamente concedendo poco al Varese ed il ritmo della gara cala notevolmente, poche occasioni da gol e match spezzettato.
Nel finale di gara cresce il nervosismo, fioccano i cartellini gialli ed i portieri rimangono inoperosi.
A tre minuti dal novantesimo la palla della promozione la sciupa Plasmati che indisturbato al centro dell’area non riesce a piazzare la sfera sfiorando il secondo palo.
Al 91’ la Sampdoria trova il gol decisivo al termine di una splendida ripartenza orchestrata da Rispoli che serve Pozzi il quale davanti al portiere non sbaglia e di sinistro infila il pallone in rete.
Il vantaggio doriano chiude il match, nei restanti 4 minuti di recupero non si gioca più, la Samp gestisce il risultato, esce Pozzi per Foggia mentre per il Varese resta solo l’amarezza di una partita giocata al di sotto delle aspettative soprattutto per un secondo tempo poco incisivo.
Tornano in A i blucerchiati dopo un anno di purgatorio, al termine di un grande girone di ritorno e di due turni di play off giocati ad altissimo livello. Grande soddisfazione per Iachini, arrivato a Genova a novembre al posto di Atzori e capace di risollevare una squadra in crisi, fino all’impresa di questa sera che riporta la Sampdoria nella massima serie.  

Varese – Sampdoria 0-1 (primo tempo 0-0)
Marcatori: 91’ Pozzi.
Ammoniti: Obiang, Pozzi, Kurtic, Corti, Da Costa, Munari, Nadarevic.

Varese (4-4-2): Bressan, Pucino (69’ De Luca), Camisa, Terlizzi, Cacciatore; Nadarevic, Corti, Kurtic, Rivas; Granoche (72’ Plasmati), Neto Pereira (87’ Martinetti).
A disposizione: Moreau, Martinetti, Lepore, Damonte, Grillo.
All. R. Maran.
 
Sampdoria (4-4-2): Da Costa, Rispoli, Gastaldello, Rossini, Costa; Soriano, Munari (76’ Laczko), Obiang, Renan; Pozzi (92’ Foggia), Eder (58’ Pellé).
A disposizione: Fiorillo, Volta, Krsticic, Semioli.
All. G. Iachini

Arbitro: Calvarese di Teramo.

Matteo Ciofi

10 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook