Al Milan basta Boateng: contro il Genoa finisce 1-0

Dopo i passi falsi interni con Fiorentina e Bologna il Milan ottiene tre punti fondamentali per le residue speranze tricolori, a San Siro il Genoa cade a cinque minuti dalla fine grazie ad un gol di Boateng.

Allegri schiera Yepes al posto dello squalificato Bonera in difesa mentre davanti punta su El Shaarawy, il neo tecnico rossoblù De Canio si presenta invece con un 4-5-1 molto coperto, con Sculli terzino adattato e Palacio unica punta in attacco.

 La prima minaccia portata dal Milan alla porta di Frey si concretizza al minuto 5 con un tiro di sinistro di Muntari che sorvola l’incrocio dei pali non di molto.

Il Genoa si porta in avanti pericolosamente tre minuti dopo, bella azione di Palacio che imbecca Kucka dentro l’area, il tiro dello slovacco è ribattuto in scivolata da Nesta il quale smorza il pallone con il braccio destro ma l’arbitro non concede un rigore abbastanza evidente.

Con il passare dei minuti gli ospiti prendono le misure al Milan, i rossoneri controllano il gioco ma non riescono ad essere incisivi, mentre il Grifone si difende ordinatamente per ripartire in contropiede. Al 31’ i padroni di casa sfiorano il gol con un’azione di El Sharaawy che salta in area Moretti, mette in mezzo ma Granqvist libera all’ultimo anticipando Ibrahimovic.

Nella ripresa Allegri inserisce Cassano e Boateng e fin dai primi minuti il Milan appare più determinato, la prima palla gol la crea Ibrahimovic che con un potente sinistro impegna Frey costretto a una bella parata.

Al 16’ rossoneri ancora pericolosi: Abate crossa dalla destra, Ibrahimovic aggancia in area e appoggia per l’accorrente Emanuelson che si esibisce in un bel diagonale sinistro deviato in corner.

Il Genoa non riesce più a ripartire ed al 27’ rimane in 10 per l’espulsione di Jankovic, tre minuti più tardi il Milan sfiora il vantaggio, ancora una volta con una conclusione da fuori, ci prova Cassano con un destro a giro che esce di un soffio.

A quattro minuti dalla fine i rossoneri sbloccano la partita con Boateng al termine di una bella azione avviata da Emanuelson, il cross dell’olandese è sfiorato da Ibrahimovic ma tanto basta per far giungere il pallone al numero 27 milanista che di destro batte Frey siglando il gol vittoria.

Dopo la rete rossonera, gli uomini di Allegri gestiscono il possesso palla, il Genoa non pressa più e per il Milan arriva una vittoria preziosa che mantiene la Juve a tre punti di distanza dopo la vittoria di Cesena.

Domenica prossima per i campioni d’Italia trasferta a Siena mentre la Juve sarà ospite del Novara, a quattro giornate dalla fine tutto è ancora aperto anche se il vantaggio bianconero ed il calendario della squadra di Conte sembrano lasciare poche speranze di rimonta al Milan. Per il Genoa invece un altro stop che non permette di allungare sul Lecce, il Grifone resta a +1 sui salentini in attesa del prossimo turno che vedrà i rossoblù impegnati a Bologna.

MILAN-GENOA 1-0 (primo tempo 0-0)

Marcatori: Boateng 86’.

Ammoniti: Abate, Yepes, Muntari, Moretti.

Espulsi: Jankovic.

 

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Yepes, Antonini (80’ Maxi Lopez); Van Bommel (50’ Boateng), Nocerino, Muntari; Emanuelson; Ibrahimovic, El Sharaawy (50’ Cassano).

A disposizione: Amelia, Aquilani, Gattuso, Mesbah.

Allenatore: M. Allegri.

 

Genoa (4-4-2): Frey; Sculli (76’ Alhassan), Granqvist, Kaladze, Moretti; Birsa (70’ Carvalho), Kucka, Biondini, Belluschi (81’ Veloso), Jankovic; Palacio.

A disposizione: Lupatelli, Jorquera, Gilardino, Zè Eduardo.

Allenatore: L. De Canio.

Arbitro: Gervasoni (MN)

Assistenti: Niccolai-Di Liberatore.

Matteo Ciofi

25 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook