Paloschi stende il Genoa, Chievo vince 2-0

Paloschi stende il Genoa, Chievo vince 2-0

paloschiIl Chievo arriva a Genova reduce da un pessimo mese. L’ultima vittoria risale infatti a metà febbraio (2-1 contro l’altra compagine ligure, la Sampdoria), dopo sono arrivati solo due punti in tre partite con zero gol segnati.
I padroni di casa invece arrivano da un buon ciclo e cercano conferme per non perdere contatto con la zona Europa League. Gasperini conferma il 3-4-3 con Perotti e Iago Falque larghi e Niang riferimento centrale, con Borriello e Pavoletti inizialmente in panchina.
Il primo tempo risulta piuttosto noioso e privo di occasioni, nella ripresa ci pensa Paloschi innescato due volte da Meggiorini a ravvivare la partita. Il Genoa soffre la mancanza di un vero uomo d’area capace di finalizzare le occasioni prodotte e infatti nella ripresa è solo l’ingresso di Borriello che crea problemi a Bizzarri.
Il Chievo invece sfrutta al massimo le due occasioni create e le incertezze difensive dei grifoni e conquista tre punti fondamentali visti anche i risultati delle dirette concorrenti per la salvezza.

Poche emozioni e nessun gol – Le due squadre si affrontano a viso aperto, a entrambe servono punti, ma sono gli errori a fare la differenza. Al 12’ Schelotto di testa serve Cesar sugli sviluppi di un calcio di punizione ma il difensore clivense da due passi non inquadra la porta e manda alto. Al 27’ il centrocampo del Chievo pasticcia sulla propria trequarti difensiva e ne approfitta il Genoa con Perotti che arriva in area libero da marcature ma conclude malamente e il pallone termina sopra la traversa. La prima frazione di gara però è tutta qui: tanti errori da entrambe le parti, tanti falli e gioco frammentato.

Paloschi show – Gasperini però vuole vincere e allora aumenta il potenziale offensivo facendo entrare Borriello per uno spento Bergdich.
Ma è il Chievo ad andare in vantaggio al 49’. Meggiorini innesca Paloschi che è bravo a farsi trovare libero al limite del fuorigioco. L’attaccante veronese davanti a Perin è freddo e preciso e sigla la rete del vantaggio.
Il gol accende la partita e il Genoa prova subito a pareggiare con Bertolacci che raccoglie un pallone in area ma tira di poco fuori. Poi è la volta di Borriello che al 60’ calcia a lato e al 64’ di testa costringe Bizzarri ad una parata decisiva.
Ma proprio nel momento migliore dei padroni di casa arriva il raddoppio del Chievo. Burdisso prende male il tempo su un pallone alto e allora Meggiorini (oggi uomo-assist) ne approfitta e crossa al centro un pallone perfetto per Paloschi che schiaccia a terra la sfera in girata e batte un incolpevole Perin.
Nel finale di gara l’ultima occasione è per Perotti ma il suo tentativo termina di poco alla destra del palo.

Meritano 2duerighe:

Paloschi: decide la partita con due realizzazioni da attaccante puro e consente al Chievo di allontarsi dalla zona a rischio della classifica. La salvezza passa dalle sue reti.

Burdisso: perde la marcatura su Paloschi in occasione del primo gol e regala il pallone decisivo a Meggiorini nell’azione del raddoppio. Disastroso.

Tabellino

GENOA – CHIEVO 0-2

Genoa (3-4-3): Perin, Roncaglia, Burdisso, De Maio, Edenilson (77’ Kucka), Rincon, Bertolacci, Bergdich (46’ Borriello), Iago Falque, Niang (70’ Pavoletti), Perotti. All. Gasperini.

Chievo (4-4-2): Bizzarri, Frey, Dainelli (69’ Gamberini), Cesar, Zukanovic, Schelotto, Radovanovic, Hetemaj (30’ Christiansen), Birsa, Paloschi, Meggiorini (80’ Biraghi). All. Maran.

Marcatori: 49’, 68’ Paloschi

Ammoniti: Bertolacci, Iago Falque, Rincon, De Maio (G), Hetemaj, Dainelli, Birsa (C)

Andrea Speziale

16 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook