Napoli-Dinamo 3-1, vittoria nel segno di Higuain

Napoli-Dinamo 3-1, vittoria nel segno di Higuain

higuainIl Napoli vince e convince al San Paolo contro la Dinamo Mosca.
Nonostante un inizio shock, con il vantaggio dei russi dopo due soli minuti, gli uomini di Benitez hanno dato prova di essere una grande squadra. Trascinati da un Higuain monumentale e dalla sua tripletta, i partenopei hanno rimontato dominando la gara per ampi tratti del primo tempo e per tutta la ripresa (grazia anche alla superiorità numerica).
Tra le note positive è da segnalare anche l’ottima prova di Mertens: il folletto belga infatti è stato tra i migliori dei suoi, creando molto e procurandosi anche un calcio di rigore. Da migliorare invece la fase difensiva, soprattutto sulle palle inattive.
Per la Dinamo Mosca ora la qualificazione appare quasi impossibile, soprattutto con un Higuain così!

Il solito Higuain – La partita comincia subito in salita per gli uomini di Benitez. Al 2’ arriva il gol del vantaggio per gli ospiti: corner per la Dinamo, Valbuena mette in mezzo un cross su cui si avventa Kuranyi. Andujar non può nulla ed è il vantaggio che gela il San Paolo.

Ma il Napoli non ci sta e reagisce subito. Al 5’ Higuain serve un pallone invitante per Mertens che colpisce bene ma Gabulov è bravo a metterci i guantoni e a respingere da distanza ravvicinata. Al 18’ è ancora Kuanyi che sempre di testa anticipa la difesa azzurra ma stavolta è impreciso e il pallone sorvola la traversa. Ma il Napoli cresce col passare dei minuti e Mertens costringe Gabulov ad una parata decisiva al 22’ dopo un’azione personale.
Al 25’ arriva il pareggio dei padroni di casa. Ghoulam lascia partire un cross col contagiri, Higuain in torsione riesce a colpire e a indirizzare la sfera dove il portiere non può arrivare. 1-1 e palla al centro.
Al 30’ arriva anche il raddoppio per i partenopei: Mertens si invola in area palla al piede e viene atterrato da Valbuena. L’arbitro non ha dubbi e concede il rigore per i padroni di casa. Sul dischetto si presenta Higuain che calcia forte e centrale e insacca. Grande prova di carattere degli uomini di Benitez che in mezzora ribaltano il risultato.
il primo tempo si conclude con i tiri di Valbuena e Inler che non creano nessun problema ai portieri avversari.

Dominio del Napoli – La seconda frazione di gara si apre con l’espulsione di Zobnin per somma di ammonizioni al 46’. Il Napoli, forte della superiorità numerica, ci prova pochi minuti dopo con De Guzman. Il tiro è potente ma centrale e non crea problemi a Gabulov.
Ma al 55’ arriva il colpo del KO e porta la firma del solito Higuain. L’azione comincia con Mertens (tra i più propositivi del Napoli per impegno e palloni giocati) che mette un pallone in area, DeGuzman spizza verso l’ex attaccante del Real Madrid che controlla di petto e conclude in girata al volo siglando il terzo gol. Tripletta personale che taglia le gambe agli avversari.
Negli ultimi trenta minuti i russi si limitano a difendere (piuttosto male peraltro) e a cercare qualche sporadica ripartenza, mentre i partenopei cominciano un tiro al bersaglio e un lungo assedio all’area di rigore degli ospiti.
Ci provano praticamente tutti: Mertens, Inler, Callejon, De Guzman, Hamsik (entrato per l’olandese), Higuain, Henrique, Zuniga. Se il risultato rimane inchiodato sul 3-1 è solamente per merito del portiere Gabulov e per le numerose imprecisioni degli azzurri che sprecano diverse occasioni nitide per incrementare il vantaggio. Per la Dinamo invece l’unica occasione arriva con un colpo di testa di Samba che da pochi passi manda alto senza inquadrare la porta di Andujar.
Per Benitez è un risultato più che soddisfacente (anche in termini di prestazione) mentre per la Dinamo Mosca la qualificazione è ormai quasi del tutto compromessa.

Meritano 2duerighe:

Higuain: tre gol che mettono una seria ipoteca sul passaggio del turno. Oltre ai gol il Pipita dispensa assist e giocate di alto livello, torna a centrocampo a lottare su ogni pallone e svaria su tutto il fronte offensivo napoletano. Monumentale.

Zobnin: si fa espellere dopo il primo minuto del secondo tempo. La squadra, che fino a quel momento aveva provato ad attaccare, si trova a costretta a difendersi per un tempo intero per sopperire alla sua assenza.

Tabellino


NAPOLI – DINAMO MOSCA 3-1


Napoli (4-2-3-1):
Andujar, Henrique, Britos, Koulibaly (9’ Albiol), Ghoulam, Jorginho, Inler, Callejon (82’ Zuniga), De Guzman (70’ Hamsik), Mertens, Higuain. All. Benitez.

Dinamo Mosca (4-4-2): Gabulov, Kozlov, Hubocan, Samba, Zhirkov, Valbuena (72’ Ionov), Zobnin, Vainqueur, Dzsudzsak (90’+2 Tashaev), Kuranyi (62’ Buttner), Kokorin. All. Cherchesov.
Arbitro: Sidiropoulos (GRE)

Marcatori: 2’ Kuranyi (D), 25’, 31’ rig,, 55’ Higuain (N)

Ammoniti: Ghoulam (N), Valbuena, Dzsudzsak, Hubocan, Samba (D)

Espulsi: Zobnin per somma di ammonizioni (D)


Andrea Speziale

13 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook