Inter: fantastica… Primavera!

I ragazzi di Stramaccioni  superano in finale a Londra l’Aiax ai calci di rigori e sono campioni d’Europa.

L’ Inter fa festa!  I ragazzi della Primavera entrano nella storia e sono campioni d’Europa! Nella Next Generation Series, il primo torneo internazionale giovanile, pari alla Champions League, i nerazzurri di Stramaccioni hanno sconfitto l’Aiax ai rigori per 5 a 3, dopo che i tempi regolamentari e i supplementari si sono chiusi sull’ 1 a 1, lottando dall’inizio alla fine, anche dopo l’espulsione, forse troppo severa decisa dall’arbitro nei confronti di M’Baye.  A seguire la squadra in tribuna, a Londra, il presidente Moratti con suo figlio e altri esponenti della società. Numerosi i tifosi sugli spalti con bandiere nerazzurre. Infallibili dal dischetto i tiratori nerazzurri:  Bessa, Duncan, Alborno, Longo Crisetig. Inizialmente la gara non regala moltissime emozioni.

Le squadre si studiano e giocano prevalentemente a centrocampo. L’Inter con sagacia tattica controlla gli avversari nella propria meta campo e cerca di impensierire gli avversari con le ripartenze in velocità. La prima occasione per passare in vantaggio è per l’Aiax al 15′ con il portiere nerazzurro Di Gennaro bravo a  deviare sul palo una pericolosissima rovesciata di Klaassen. Scampato il pericolo, l’Inter riparte veloce al 31′ con Bessa che serve Longo, ma il tiro dell’attaccante è deviato in angolo a pochi passi dalla porta, da un difensore olandese. Il gol del vantaggio interista arriva al 45′: grande sgroppata di Pecorini, assist di Bessa per Samuele Longo che in diagonale batte il portiere avversario. Nella ripresa, al 49′ i lancieri pareggiano con una stupenda punizione di Denswil. Al 71′ l’arbitro espelle il nerazzurro M’Baye. L’Aiax spinge avanti il suo baricentro e, anche se con ritmi non velocissimi, costringe l’Inter a difendersi. Al 90′ un tiro di Klaassen si infrange sulla traversa. Poi arrivano i supplementari. L’ Inter non sembra patire l’inferiorità numerica. Al 2′ supplementare potrebbe addirittura passare in vantaggio, ma il tiro di Crisetig su punizione finisce sulla traversa. I nerazzurri giocano ora molto meglio ed insistono in avanti. Bessa  all’ 8′ extra time impegna il portiere olandese da pochi passi, poi un minuto dopo sfiora la rete su angolo battuto da Crisetig e velo perfetto di Longo. Nel secondo tempo supplementare, l’Aiax si fa pericoloso al 17′ con  Denswil che colpisce su punizione la traversa. Al 20′ risponde Longo che scheggia la traversa su cross di Pecorini da sinistra. Quattro minuti dopo Crisetig lancia Longo che tira in diagonale, ma il suo tentativo è sventato da Van der Hart. L’arbitro poi  fischia la fine e si passa ai rigori. L’Inter non sbaglia dal dischetto e vince il trofeo che consacra i nerazzurri campioni europei a livello giovanile.

Inter – Aiax   1 – 1 ( 6 – 4 dopo calci di rigore)

Reti: 45′ Bessa ( I), 49′ Denswil ( A).

Inter: Di Gennaro, Pecorini, Spenlhofer, Kysela, M’Baye, Romanò, Duncan, Crisetig,,  Bessa,  Longo, Livaja, ( 77’Alborno).  A disposizione: Sala, Giannetti, Benassi, Terrani,  Falasa, Forte. ALL: Stramaccioni

Aiax: Van Der  Hart, Nieuwpoort, Veltman, Desnwil, Dijks, Rits, ( 114′ Hasnaoui), Sporkslede, Klaassen, De Sa, Schoop ( 66′ De Bondt),  Fisher. A disposizione:  Leeuwenburgh, Ligeon, Rosheuvel,  Gravenberch, Keskin. ALL: Grim

Arbitro:  Collins

Espulso: 71′ M’Baye  ( I) per gioco scorretto.
Ammoniti:  Pecorini e Duncan ( I),  Rits e Sporkslede ( A).

Luigi Rubino

25 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook