Zola, esordio flop: Palermo a valanga sul Cagliari

Zola, esordio flop: Palermo a valanga sul Cagliari

zolaAnno nuovo, storia vecchia. Esonerato Zeman è arrivato Zola sulla panchina del Cagliari ma la squadra non sembra affatto diversa almeno a giudicare dai risultati. I sardi si sono dimostrati fragili in difesa ed evanescenti in attacco. La gara si è chiusa già nel primo tempo quando gli ospiti si sono ritrovati sotto di tre gol e senza capitan Conti, espluso per doppia ammonizione. La ripresa è stata poco più di una formalità per i rosanero che hanno comunque trovato altri gol senza faticare troppo.
Bisogna fare i complimenti a Iachini e a questo Palermo che adesso si trova pienamente in corsa per un posto in Europa League trascinato da un Dybala super.

Il Palermo dilaga – La squadra di Iachini parte benissimo e dopo cinque minuti è già in vantaggio con Morganella che raccoglie un pallone nell’area cagliaritana e lascia partire un tiro che si insacca sotto le braccia di Colombi.
Al 10’ è ancora il Palermo a segnare. Sul cross di Lazaar spunta Munoz che segna segna problemi di testa.
Il Cagliari non riesce a costruire quasi nulla e nel primo tempo si fa notare solo per una clamorosa occasione fallita: dopo una parata di Sorrentino sul tiro di Longo, Farias non trova la porta col portiere avversario a terra. Al 26’ l’arbitro espelle Conti per doppia ammonizione e le speranze di rimonta del Cagliari si spengono definitivamente. Zola prova a mantenere un assetto tattico offensivo ma è ancora il Palermo a rendersi pericoloso e al 32’ Dybala si invola e viene frenato da un’uscita pessima di Colombi che lo colpisce al volto: ammonizione per il portiere e rigore per i siciliani. Dal dischetto Dybala non sbaglia e sigla il 3-0.

Il finale di tempo è un unico lungo assolo rosanero: ci prova Vazquez che dal limite dell’area tira di poco a lato, poi è il turno di Maresca che devia una punizione in area di rigore e costringe Colombi a una parata a terra; e infine di nuovo Vazquez che colpisce il palo.

Cagliari arrendevole, Dybala devastante – La partita ormai è compromessa per il Cagliari e la squadra di Zola non riesce a creare nulla di più di una punizione di Avelar a lato del palo e di una conclusione di Farias deviata in angolo dalla difesa del Palermo.
Al 72’ Vazquez serve un pallone splendido per Dybala che davanti alla porta segna senza problemi il 4-0.
Al minuto 80’ ci prova anche Barreto che conclude dalla distanza ma il pallone sorvola di poco la traversa. Passano cinque minuti e Barreto ci riprova dal limite dell’area. Stavolta il tiro è basso e preciso e Colombi è di nuovo battuto: 5-0 del Palermo!
L’ultimo brivido della gara lo crea Lazaar che dal limite tira fuori di poco.

Meritano 2duerighe
Dybala: ha vita facile contro la difesa del Cagliari ma dimostra una classe e una intesa coi compagni incredibile: è l’arma in più di questo Palermo.

Colombi: il Cagliari si sta muovendo sul mercato per cercare un portiere e fa bene. Colombi non dà garanzie ed è colpevole su almeno un paio di gol dei siciliani.

Tabellino

Palermo (3-5-2): Sorrentino, Munoz (83’ Vitiello), Gonzalez, Feddal, Morganella, Rigoni, Barreto, Maresca (67’ Bolzoni), Lazaar, Vazquez, Dybala (74’ Belotti) All.: Iachini.

Cagliari (4-3-3): Colombi, Pisano, Ceppitiello, Rossettini, Avelar, Ekdal (83’ Donsah), Conti, Crisetig (46’ Dossena), Cossu (46’ Joao), Longo, Farias All.: Zola.

Arbitro: Peruzzo di Schio

Marcatori: 5’ Morganella, 10’ Munoz, 33’ Dybala (rig.), 72’ Dybala, 85’ Barreto

Ammoniti: Maresca (P), Vazquez (P), Munoz (P), Colombi (C) , Crisetig (C) , Farias (C)

Espulsi: Conti (C) per somma di ammonizioni

Andrea Speziale

06 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook