EUROPA LEAGUE AMARA, LAZIO BATTUTA, E L’UDINESE IMPATTA IN CASA

di Luca Nicosia

Turno amaro per le italiane questi sedicesimi di Europa League:  la Lazio travolta in casa dall’Atletico Madrid, e l’Udinese non va oltre lo 0-0 casalingo contro il modesto Paok.
Partiamo dai biancocelesti. La Lazio si presenta alla sfida con una formazione rabberciata, il mercato e gli infortuni hanno decimato la rosa di Reja. In avanti spazio a Klose supportato da Hernanes e Candreva. I biancorossi di Madrid, adottano stesso lo modulo:  in attacco c’è l’ex juventino Diego a supportare il puntero colombiano Falcao.

E dire che era cominciata bene la serata per la Lazio. Al 19’ va infatti inaspettatamente in vantaggio con il tap-in vincente di Klose, in seguito ad un tiro di Candreva non trattenuto da Courtois. La partita però la fanno gli spagnoli, e al 25’ è  già pareggio. Cross dalla destra, sponda di Falcao , palla ad Adrian che fa secco Marchetti. I”colchoneros” continuano rabbiosamente ad attaccare e 12’ minuti più tardi vanno in vantaggio con il gol di Falcao, ben imbeccato in area da Diego. Ad inizio ripresa i capitolini, tentano di avanzare il baricentro, prestando però il fianco agli attacchi spagnoli. All’ennesimo cross da destra, al 18’, Falcao si ritrova solo soletto sul secondo palo, facile per lui insaccare il 3-1. Troppo forte questo Atletico per la Lazio rimaneggiata di questo periodo. Al Vicente Calderon servirà un miracolo.
Lazio-Atletico Madrid 1-3 (1-2)
Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Konko, Diakitè, Biava (1′ st Stankevicius), Zauri; Ledesma (39′ st Zampa), Matuzalem; Gonzalez (8′ st Kozak), Hernanes, Candreva; Klose. (Bizzarri, Dias, Lulic, Rozzi). All.: Reja
Atletico Madrid (4-2-3-1): Courtois; Juanfran (37′ st Salvio), Godin, Miranda, Filipe; Mario Suarez, Gabi; Koke, Diego (27′ st Arda Turan), Adrian (20′ st Perea); Falcao. (Asenjo, Dominguez, Assunçao, Pizzi). All.: Simeone
Arbitro: Kralovec (CZE)
Reti: 19′ pt Klose, 25′ pt Adrian, 37′ pt e 18′ st Falcao
Ammoniti: Suarez e Juanfran per gioco falloso
Recupero: 1′ e 3′

L’Udinese affronta il match contro il Paok di Cirillo, con una formazione competitiva, dentro quasi tutti i titolari, infortunati esclusi. In attacco Abdi affianca Floro Flores.
I bianconeri partono subito fortissimo,  e nei primi 20’ minuti di gioco producono almeno tre azioni da rete. Al 6’ Abdì colpisce il palo con una conlusione da dentro l’area. Due minuti dopo è Floro Flores vicino al colpaccio: il suo tentativo di beffare in pallonetto il portiere greco per poco non va a buon fine. Al 22’  Pazienza con una bella rovesciata manda alto. Nella ripresa i ritmi si fanno più blandi. L’Udinese non spinge più con convinzione, ed il Paok si limita a qualche sporadica ripartenza. Finisce 0-0, un’occasione sprecata per gli uomini di Guidolin: il ritorno nel catino del Toumba sarà in un clima infuocato.

UDINESE-PAOK 0-0
UDINESE (3-5-1-1): Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Abdi, Pazienza, Pinzi (11’st Fabbrini), Pasquale; Armero; Floro Flores (A disp. 21 Padelli, 13 Neuton, 18 Battocchio, 24 Ekstrand, 32 Ferronetti, 50 Piscopo).  All. Guidolin.
PAOK (4-2-3-1): Kresic; Stafylidis, Malezas, Cirillo, Sznaucner; Garcia, Lazar; Salpingidis, Fotakis, Georgiadis (39’st Lino sv); Athanasiadis(32’st Giannou sv) (A disp. 1 Chalkias, 2 Apostolopoulos, 4 Balafas, 28 Tsoukalas, 88 Nimani). All. Boloni.
Arbitro: Mallenco (Spa)
Recupero: 0′ e 2′
Angoli: 11-3 per l’Udinese.
Ammoniti: Lazar e Fotakis per gioco scorretto

Nelle altre partite dei sedicesimi di andata, da menzionare le vittorie esterne di Manchester United ( o-2 con l’Ajax) Manchester City ( 1-2 con il  Porto) e  Valencia (0-1 con lo Stoke) ed il pareggio dello Schalke (1-1 in trasferta con il Plzen).

17 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook