Inter incontenibile, 7-0 al Sassuolo

Inter incontenibile, 7-0 al Sassuolo

osvaldo_icardi_thumb400x275Nella seconda giornata del campionato di Serie A, l’Inter di Mazzarri replica la partita dell’anno scorso in Emilia e rifila di nuovo 7 gol al Sassuolo. Mattatori della gara Icardi e Kovacic, il primo autore di una tripletta, il secondo al suo primo gol in Serie A. Da segnalare anche l’ottimo apporto di Osvaldo, doppietta, e Guarin, anch’egli in gol.

Assente Vidic, squalificato, Mazzarri concede spazio ad Andreolli, che completa il terzetto arretrato con Ranocchia e Juan Jesus. A centrocampo agiscono Hernanes e Kovacic, con Medel a fare filtro in mezzo. Osvaldo e Icardi sono le punte.
L’atmosfera di San Siro non intimorisce Di Francesco, che schiera il suo tridente tutto tecnica e velocità formato da Zaza, Berardi e Sansone. In difesa ancora out Cannavaro (due giornate di squalifica da scontare), mentre in porta debutta Consigli.

Inter devastante, Sassuolo immobile — Neanche il tempo di abituarsi al silenzio dovuto alla chiusura per squalifica della Curva Nord che l’Inter va in vantaggio: Icardi, al limite del fuorigioco, viene a trovarsi davanti a Consigli che, in un primo momento, respinge il tiro dell’argentino, ma sulla ribattuta non può nulla. Gol non bellissimo, ma comunque valido e importante. Al 21′ l’Inter raddoppia con Kovacic, che corona una bellissima azione tutta di prima. Il Sassuolo è nel pallone, con la mediana che non fa filtro e la difesa in conseguente difficoltà. La squadra di Mazzarri è padrona del campo e il 3-0 è uno sfogo naturale della sua manovra. È ancora Icardi a infilare Consigli con un missile dal limite dell’aria. Ma non è finita qui. Al 43′ i nerazzurri trovano anche il 4-0 con Osvaldo, che da pochi metri realizza il suo primo gol in campionato con la sua nuova maglia.

Icardi, Osvaldo e Guarin chiudono i conti – Nella ripresa Di Francesco prova a dare un minimo di sostanza alla mediana, ma ormai la partita è compromessa. Il copione non cambia: l’Inter attacca con ferocia, il Sassuolo si difende quasi improvvisando. Icardi si porta a casa il pallone siglando la sua tripletta personale. Guarin subentra all’applauditissimo Kovacic e si mette subito in mostra: prima manda in gol Osvaldo, poi si prende la gloria personale con un destro dal limite dell’aria che non lascia scampo a Consigli. In mezzo, l’espulsione di Berardi per una gomitata su Juan Jesus, che mette in risalto l’ennesimo comportamento sopra le righe del talentino di Cariati. Il 7-0 con cui si conclude la gara è un risultato pesante, ma potrebbe servire da monito per una squadra, il Sassuolo, forse più impegnata a festeggiare le imprese del gioiellino Zaza (quest’oggi non pervenuto) che a concentrarsi su ciò che conta davvero.

Meritano 2duerighe

Icardi: ha dimostrato di saper far gol in tutti i modi. A tratti davvero incontenibile.
Zaza: è sembrato il parente lontano del bel giocatore ammirato di recente. Un netto passo indietro rispetto alle recenti gare con la Nazionale, ma certamente i meriti vanno anche alla difesa nerazzurra.

Tabellino

Inter (3-5-2): Handanovič; Andreolli, Ranocchia, Juan Jesus; Nagatomo (dal 61′ Mbaye), Kovačić (dal 66′ Guarin), Medel, Hernanes, Dodô (76′ Palacio); Osvaldo, Icardi. A disp: Carrizo, Berni, Campagnaro, Kuzmanović, Obi, D’Ambrosio, Krhin, M’Vila. All. Walter Mazzari.
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko (dal 15′ Gazzola), Terranova, Ariaudo, Peluso; Biondini, Magnanelli, Missiroli (dal 45′ Taider); Berardi, Zaza (65′ Pavoletti), Sansone. A disp: Pomini, Polito, Antei, Longhi, Acerbi, Taïder, Brighi, Gliozzi, Floccari, Floro Flores. All. Eusebio Di Francesco.
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 4′, 29′ e 53′ Icardi (I), 20′ Kovačić (I), 43′ e 71′ Osvaldo (I), 74′ Guarin (I)
Note – Ammoniti: Ariaudo (S). Espulsi: dal 60′ Berardi (S) per gioco scorretto.

Giuseppe Ferrara
14 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook