Napoli pari amaro, a Bologna finisce 2-2

Napoli pari amaro, a Bologna finisce 2-2

bologna-napoliGli uomini di Benitez interrompono la loro rincorsa alla vetta, beffati da una rete di Bianchi al 90’. Il Bologna, che gioca gli ultimi minuti in 10 per il rosso a Kone, dimostra grinta e carattere e porta a casa un punto preziosissimo.

Al Dall’Ara gli uomini di Benitez trovano un Bologna diligente e un campo in condizioni pesanti. Il Napoli è pericoloso in avvio con un tiro deviato di Mertens, che mette i brividi a Curci. Al 27′ Diamanti ne salta due e calcia alto sopra la traversa. Al 37′ il Bologna passa in vantaggio: splendido cross di Diamanti dalla sinistra e incornata vincente di Bianchi, che anticipa Albiol. Al 45’ lancio di Revelliere e colpo di testa all’indietro di Callejon, con la palla di un soffio sopra traversa. La prima frazione di gioco si chiude con il Bologna in vantaggio.

La ripresa è ricca di emozioni. Al 58′ Curci si fa trovare pronto sulla punizione di Mertens e un minuto dopo, su un cross al bacio di Callejon, Higuain si divora il pareggio a porta spalancata. Il Bologna accusa il colpo e si innervosisce, ricevendo tre gialli in 5 minuti. Al 61′, poi, Dzemaili viene atterrato in area di rigore: il Pipita dal dischetto non perdona e pareggia i conti. Al 72′ capolavoro balistico di Mertens, che, su punizione effettua un tiro forte e preciso sotto il sette, ma la parata di Curci è fenomenale. Al 79′ contropiede prorompente di Higuain, che serve Callejon sulla destra, lo spagnolo dalla sua posizione preferita indovina l’angolino giusto, portando in vantaggio i suoi. All’ 84′ viene espulso Kone per doppia ammonizione. I felsinei non mollano e al 90′ trovano il pari: angolo di Diamanti, con la palla che vaga in area, Bianchi ci si fionda prepotentemente, infilando Rafael e chiudendo il match sul 2-2.

È un Napoli dai due volti: organizzato e pericoloso davanti, ma che spesso mostra cali di concentrazione e una fase difensiva che lascia a desiderare. In attesa di vedere in cabina di regia il neo-acquisto Jorginho, De Laurentiis deve fare il possibile per rinforzare il reparto arretrato. Il Bologna, invece, è sulla strada giusta: la cura Ballardini funziona e lo spirito di squadra è stato ritrovato; poi con un Bianchi migliore in campo e un Diamanti di grande temperamento, la salvezza non è più un miraggio.

TABELLINO

BOLOGNA (3-5-1-1): Curci; Antonsson, Natali, Cherubin (27′ st Mantovani); Garics, Kone, Perez (33′ st Christodoulopoulos), Pazienza, Morleo (37′ st Acquafresca); Diamanti; Bianchi A disp.: Stojanovic, Agliardi, Sorensen, Crespo, Della Rocca, Laxalt, Krhin, Cristaldo, Moscardelli. All.: Ballardini
NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere; Inler, Dzemaili; Mertens (34′ st Insigne), Pandev (13′ st Hamsik), Callejon; Higuain A disp.: Colombo, Contini, Cannavaro, Armero, Britos, Radosevic, Zapata. All.: Benitez
Arbitro: Damato
Marcatori: 37′ Bianchi (B), 17′ st rig. Higuain (N), 35′ st Callejon, 45′ st Bianchi (B)
Ammoniti: Albiol (N), Perez (B), Bianchi (B), Kone (B), Garics (B), Pazienza (B), Fernandez (N)
Espulsi: Kone (B) per doppio cartellino giallo

Sacha Iafisco
19 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook