Inter indecifrabile cade sotto i colpi del Palermo

di Luigi Rubino

Buona prestazione dei siciliani che lottano alla grande contro i nerazzurri. Decisivo il “piedino” di  Miccoli, autore di due gol fantastici.

Forza e determinazione nel calcio spesso sono determinanti. Il Palermo ce l’ha messa tutta per battere l’Inter e alla fine ci è riuscito, segnando addirittura 4 gol. Decisivo il “piedino” di Miccoli con con due sigilli, uno su azione e l’altro su calcio piazzato, che hanno deliziato il pubblico palermitano. L’Inter, invece, stecca malamente la prima di campionato (seconda del calendario), ancorata a mille dubbi, iniziando dal modulo tattico, dalla scelta degli uomini da schierare in campo in ruoli non consoni ( vedi Zanetti n.d.r.).  Ad un primo tempo di attesa e contenimento ( circa 30 minuti), dove il Palermo ha tenuto l’iniziativa della manovra, i nerazzurri con l’ingresso di Sneijder hanno cambiato volto alla gara, sciorinando a tratti un gioco anche piacevole, anche se i molti errori difensivi e marcature forse un pò soft dei difensori hanno fortemente inciso sul risultato, forse troppo pesante.

Si parte. Subito Palermo aggressivo. Al 4′ Miccoli da sinistra opera un traversone sul quale si avventa di testa Hernandez, ma Julio Cesar sventa appostato sul primo palo. Timida è la reazione interista. La squadra nerazzurra controlla le folate rosanere. Forlan in varie occasioni cerca di dare un contributo anche in difesa. A centrocampo l’Inter però è in difficoltà.  Il Palermo guadagna molte punizioni. Al 14′ ci prova Miccoli su calcio piazzato, ma il suo tiro è centrale. Un minuto dopo Jonathan ( Inter) viene trattenuto in area da Balzaretti. L’arbitro però sorvola.Quattro minuti dopo Zanetti salva con tempismo su Hernandez in fuga solitaria verso la porta. Al 32′ l’Inter  passa improvvisamente in vantaggio: Stankovic tira dal limite, stinco di Milito sul primo palo e palla in rete. I nerazzurri, ora giocano con più determinazione. Il Palermo prova però a reagire con Miccoli che in piena area, su cross da sinistra di Balzaretti gira verso la porta, ma il suo tiro è respinto dalla difesa nerazzurra. La ripresa è subito scoppiettante, Ne guadagna lo spettacolo, anche perchè le azioni si susseguono su l’uno e l’altro fronte. L’entrata in campo di Acquah dà più pericolosità alla manovra palermitana. Il pareggio dei padroni di casa arriva al 48′: Barreto lancia in profondità Miccoli che entra in area e fa secco Julio Cesar. ( 1 a 1).  Tre minuti dopo, un tiro di Milito viene respinto con il braccio in area da Migliaccio. Sarebbe rigore netto. L’arbitro, invece, fa proseguire. Poco dopo però l’arbitro fischia il penalty per trattenuta di Silvestre a Samuel in piena area. A traformare dal dischetto è il principe Milito che segna il suo centesimo gol in carriera. Il Palermo non ci sta e pareggia al 53′ con Hernandez che mette dentro su centro rasoterra da destra di Miccoli. ( 2 a 2 ).  Al 59′ ancora il piede caldo di Miccoli impegna in tuffo Julio Cesar.  Al 64′ Forlan ci prova da fuori area senza successo. Risponde subito il Palermo con Ilicic che costringe Julio Cesar a respingere di piede.  All’85’ una fantastica punizione a giro di Miccoli dal limite porta inaspettamente in vantaggio i rosaneri.Lo stadio esplode. All’88’ Pinilla, subentrato ad Hernandez, mette a sicuro il risultato, segnando con un gran tiro da lontano il quarto gol.  L’ultimo rete dell’incontro arriva nel finale. La realizza  Forlan  che rende meno pesante la sconfitta dei nerazzurri. Vince il Palermo con merito. Per l’Inter una lezione che fa meditare…   

Palermo- Inter 4- 3

Rete: 32′ Milito, 48′ Miccoli, 51′ Milito ( r), 54′ Hernandez, 86′ Miccoli, 88′ Pinilla, 92’Forlan

PALERMO: Tzorvas, Pisano, Silvestre, Migliaccio, Balzaretti, Alvarez, Barreto, Della Rocca,( 46′ Acquah)  Ilicic, ( 69′ Bertolo) Hernandez, ( 74′ Pinilla) Miccoli. ALL. Mangia. A disposizione: Benussi, Mantovani, Cetto, Zahavi,

INTER: Julio Cesar, Lucio, Samuel, Zanetti, Jonathan, Stankovic, Cambiasso, ( 72′ Alvarez), Nagatomo ( 62′ Obi), Zàrate, ( 34′ Sneijder) Forlàn, Milito. ALL: Gasperini. A disposizione: Orlandoni, Ranocchia, Pazzini,Castaignos

Arbitro: Brighi  ( sezione di Cesena)

Note: Ammoniti: 26′ Samuel ( Inter), Julio Cesar ( Inter), Zanetti ( Inter), Acquah

12 settembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook