Tonfo Inter a San Siro, contro il Parma finisce 0-1

Tonfo Inter a San Siro, contro il Parma finisce 0-1

Quattro punti in quattro partite, troppo pochi per quella che alla vigilia del campionato veniva considerata l’anti-Juve. Nell’anticipo della quarta giornata di Serie A, l’Inter di Spalletti perde 1-0 contro il Parma e incappa nella seconda sconfitta stagionale, la quarta consecutiva a San Siro. Uno stop pesante, che rischia di ampliare il divario in classifica con le altre big e infondere ancor più sfiducia in un ambiente che, al momento, non pare vivere di solo entusiasmo.

Primo tempo bloccato – Come prevedibile, gli ospiti schierano una formazione decisamente coperta, che si sposa alla perfezione con l’atteggiamento abbottonato mostrato in campo. Le offensive sono limitate a lanci lunghi per Inglese o Gervinho, spesso imbeccato in velocità nel tentativo di avviare il contropiede. In un primo tempo governato da una prolungata fase di stallo tattico, è Perisic ad avere l’opportunità per sbloccare la gara: il croato, con la porta spalancata, non riesce però a tenere bassa la palla.

Dimarco alla Roberto Carlos – Nella ripresa, con Icardi gettato subito nella mischia, l’Inter cerca con insistenza e determinazione la rete che sbloccherebbe la partita. Il Parma è però attento, e respinge ogni tentativo avversario. In realtà, a impedire il vantaggio ai nerazzurri contribuisce anche l’arbitro, che non vede un netto fallo di mano in area di rigore parmense. E come spesso accade nel calcio, al danno segue inevitabilmente la beffa: al 79’ Dimarco, ex interista, lascia partire un grande tiro di sinistro da 25 metri che si insacca nel sette e non lascia scampo ad Handanovic. È l’1-0 che decide la gara e che permette al Parma di raggiungere l’Inter in classifica a quattro punti. Non proprio quello che ci si attendeva prima dell’inizio del campionato.

Meritano 2duerighe:

Dimarco: è il mattatore della partita. Salva i suoi in difesa in un paio di occasioni e, alla prima sortita offensiva, punisce la sua ex squadra con un bolide dalla distanza.

Keita: sostituisce Icardi in mezzo all’attacco nerazzurro senza riuscire ad essere ugualmente incisivo. Fa movimento per gli inserimenti dei compagni, ma non punge quasi mai.

Il tabellino:

Inter – Parma 0-1

Marcatore: Dimarco al 34’ s.t.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (dal 26’ s.t. Asamoah), De Vrij, Skriniar, Dalbert; Gagliardini, Brozovic; Candreva (dal 14’ s.t. Politano), Nainggolan, Perisic; Keita (dal 1’ s.t. Icardi) (Padelli, Ranocchia, Miranda, Vecino, Joao Mario, Asamoah, Borja Valero). All. Spalletti.

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi (dal 31’ s.t. Sierralta), B. Alves, Gagliolo, Gobbi (dal 1’ s.t. Dimarco); Rigoni, Stulac, Barillà; Gervinho, Inglese, Di Gaudio (dal 18’ s.t. Deiola). (Frattali, Bagheria, Bastoni, Da Cruz, Gazzola, Sprocati, Siligardi Ceravolo, Ciciretti). All. D’Aversa.

Arbitro: Manganiello (Pinerolo)

Note: spettatori 59.648. Ammoniti: Stulac, Brozovic per gioco scorretto, Dimarco per c.n.r. Recuperi: 2’ p.t.; 4’ s.t.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook