Calcio femminile: Res Roma sfortunata, a Civitavecchia è 1-1

di Alessio Gizzi

Nella penultima giornata di campionato la Res fa visita al Civitavecchia, che deve vincere per continuare a sparare nella promozione.
Solita partenza super della squadra di Melillo che va vicina al gol al 3° minuto con Nagni, ben servita da Fracassi in profondità, ma la 10 romana è anticipata dal portiere.
Al minuto 10 ancora Res in avanti sempre con Nagni, ma il suo tiro dal limite, sugli sviluppi di un corner esce di poco.
La formazione ospite continua a macinare gioco, esibendo un formidabile possesso palla, mentre la compagine di casa cerca di pungere in contropiede e con tiri dalla distanza, senza creare mai problemi a Morelli.

Al 20° punizione di Ceccarelli deviata sul palo dal portiere, poi la difesa sbroglia.
Un minuto dopo ancora una punizione, questa volta di Nagni, dal lato corto dell’area di rigore, ancora palo, con la palla che danza davanti alla porta prima di essere spazzata dalla difesa.
Passa un altro minuto e Nagni serve sulla corsa Fracassi ce calcia di collo pieno, ma il portiere si salva in qualche modo.
Il vantaggio della Res arriva al 28° con Ceccarelli che su punizione manda la palla sotto l’incrocio dei pali.
La squadra di Melillo cerca il raddoppio con Nagni, ma il suo tiro al 31° esce di poco.
Due minuti dopo ancora Nagni semina il panico nella difesa avversaria, saltando 5 avversarie e servendo Mostarda che calcia dal limite, ma la parabole si stampa sulla traversa: arriva poi Cortelli ma è in posizione di fuorigioco.
Nell’occasione di fa male il portiere della squadra di casa che verrà poi sostituita nei primi minuti della ripresa.
La ripresa si riapre con l’episodio che cambia l’andamento della gara:
al 54° l’arbitro, su segnalazione del guardalinee, fischia una punizione a favore del Civitavecchia quando il fallo era nettamente a favore della Res.
Dal calcio piazzato era il gol, con De Luca che indovina la traiettoria sorprendendo Morelli e trovando il pareggio.
Al 12° la Res perde anche Quarticelli per infortunio, al suo posto Cortese.
La squadra ospite non riesce più a giocare come nella prima frazione, complice il pressing e l’aggressività della formazione di casa.
Ma al 16 arriva un doppio episodio che poteva cambiare ancora la gara: Fracassi viene stesa da un brutto fallo della numero 7, già ammonita , che si becca il secondo giallo e quindi il rosso.
Furenti le proteste del Civitavecchia che portano all’espulsione anche della numero 10.
Allora la Res si lancia in avanti, ma senza successo.
Ci provano sia Mancini che Nagni, ma i loro tentativi sono bloccati dal portiere della squadra di casa.
Al 44° gran cross di Cortese per la testa di Cortelli, ma la palla finisce oltre la traversa.
Al 45°, sugli sviluppi di un corner, Nagni tenta l’acrobazia, ,ma la palla esce di poco.
La Res torna a casa con un punto che le va stretto, dato che ha condotto il gioco per quasi tutta la partita, ma la sfortuna mista ad una decisione arbitrale più che discutibile e poca lucidità nella ripresa hanno fatto si che la squadra di Melillo non sia riuscita a reagire nella ripresa.
Nonostante questo pareggio la squadra romana rimane al secondo posto e domenica 8 maggio ospiterà, nell’ultima partita di campionato, la capolista Palermo, cercando di fare risultato davanti al proprio pubblico.

Morelli 5.5
Catania 5.5
Silvestri 6
Quarticelli 6.5
Mancini 6
Mostarda 6.5
Ceccarelli 6.5
Fracassi 6.5
Inchingolo 6
Nagni 6.5
Cortelli 6

Cortese 6
Cara 6

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook