Tirreno-Adriatico: al via oggi il “mini Giro”

Sette tappe, 1063 km tra valli, colline, salite, volate mozzafiato e due mari per contorno. Parte oggi da San Vincenzo, in provincia di Livorno, una delle corse a tappe più amate dai ciclisti e dai tifosi di uno sport che sa ancora unire passione e fatica come nessun altro. Una cronometro a squadre verso Donoratico per iniziare; da domani il via vero e proprio alla corsa, direzione San Benedetto del Tronto, attraversando alcune delle zone più belle del centro Italia: Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Marche.

Un “coast to coast” di qualità e quantità che fa della “Due Mari” una corsa attesissima e partecipata come poche altre. Tutti i migliori al via: dal campione del mondo Mark Cavendish, al fenomeno belga degli allunghi Philippe Gilbert, “le roi du Tour” Cadel Evans e poi Greipel, Farrar, Freire, Kreuzeger e tanti italiani tra i quali gli eterni combattenti Garzelli, Nibali e Scarponi. Favoriti su tutti sono l’Australiano della BMC, vincitore dell’ultima edizione; Vincenzo Nibali, forte del rodaggio effettuato in Oman e Argentina e di un percorso tutto sommato favorevole; Michele Scarponi, non fosse altro per i tre podi consecutivi negli ultimi tre anni.
Uno sguardo alla corsa. Un prologo breve e veloce per una crono a squadre che dirà solo chi avrà l’onore di portare il simbolo del primato nella seconda giornata. Il via alla battaglia domani con l’arrivo a Indicatore e venerdì, attraverso tutta l’Umbria, per giungere a Terni: due tappe per velocisti, con sicuro protagonista il campione del mondo del Team Sky. Sabato e domenica si superano i mille metri di altitudine nelle tappe di Chieti e Prati di Tivo e c’è da scommettere sugli attacchi (forse) decisivi da parte di chi vorrà conquistare questo vero e proprio mini-Giro d’Italia. La penultima tappa, Offida-Offida è nervosa, ricca di sali scendi, indicata per passisti costanti e micidiali come Gilbert. Martedì altra crono, stavolta individuale, piatta, piattissima, che sancirà il vincitore di questa fantastica corsa, giunta quest’anno alla sua 47° edizione.

Luca Bolli

7 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook