Basket: Siena campione d’inverno. Milano: che cos’è questa crisi?

di Gigi Rubino

Pesaro conquista il secondo posto. Cantù liquida Bologna. Ora al secondo posto ci sono quattro squadre

Nell’ultima giornata del girone d’andata, il Montepaschi Siena conquista il platonico titolo di campione d’inverno. I toscani hanno dovuto rincorrere il risultato per gran parte della gara. Decisiva la metà gara, quando la Montepaschi con Thornton  prima e  Mc Calebb poi distanzia gli avversari, portando a termine una vittoria che consolida il primato in classifica.

Clamoroso tonfo di Milano che perde l’ennnesima partita a Biella, di fronte ad un avversario che ha mostrato tanto cuore e soprattutto tanta voglia di riprendersi dal filotto di 5 sconfitte consecutive. Encomiabile la prova di capitan Soragna tra i biellesi. Perde colpi il Bologna nella sfida  con il Cantù, mentre fa passi da gigante la Scavolini Pesaro, che davanti al proprio pubblico, si sbarazza del Casale Monferrato, piazzandosi in seconda posizione. Per i padroni di casa è la quarta vittoria consecutiva. Vincono in casa Avellino e Sassari. Tra i campani, caricati a mille dopo la soluzione della crisi societaria, superlative le prove di Green e Golemac. Per la squadra sarda la vittoria arriva, invece, a spese dell’Otto Caserta sconfitto per 74 a 56. Vincono infine, in casa, il Teramo sul Varese e il Treviso sul Cremona

Risultati 17esima giornata

Cantù – Bologna  78 – 72
Avellino – Venezia 84 – 63
Biella – Milano 84 -76
Pesaro – Casale Monferrato 79 – 72
B. Treviso – Cremona 68 – 62
Mon. Siena – Montegranaro 96 – 84
Sassari –  Caserta 74 – 56
Teramo – Varese 81 – 75

Riposa A. Roma.

Classifica

Siena              24
Pesaro             20
Cantù              20
Milano             20
Bologna            20
Avellino           18
Venezia            18
Sassari            16
Varese             16
Biella             16
Caserta            14
Treviso            14
Roma               14
Teramo             12
Montegranaro       12
Cremona            10
Monferrato          8

16 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook