Gp Monaco: Hamilton controlla Verstappen ma l’olandese è penalizzato, Vettel secondo davanti a Bottas

Gp Monaco: Hamilton controlla Verstappen ma l’olandese è penalizzato, Vettel secondo davanti a Bottas
immagine tratta da f1grandprix.it

Ancora Mercedes, ancora Hamilton. Nel salotto di Montecarlo sono ancora loro a trionfare ma questa volta la vittoria è stata più sofferta. Nelle qualifiche del sabato Lewis Hamilton aveva conquistato la pole position facendo segnare tempo monstre di 1’10’’166 seguito dal compagno Bottas e da Verstappen mentre la Ferrari piazzava Vettel quarto e pasticciava con Leclerc sbagliando i tempi di uscita dai box facendolo eliminare in Q1 e partire in sedicesima posizione. Al via Verstappen ha provato a inserirsi su Bottas ma il finlandese ha tenuto giù il piede tenendo la posizione. Nelle retrovie Leclerc tentava la rimonta. Il monegasco ha dato spettacolo realizzando due spettacolari sorpassi che su questa pista sono considerati proibitivi. Il primo sulla Mclaren di Norris al tornante del Loews e il secondo sulla Haas di Grosjean alla curva Rascasse. Il giovane ferrarista era un fiume in piena e ha tentato un terzo sorpasso sulla Renault di Hulkenberg, sempre alla Rascasse ma questa volta ha picchiato la posteriore destra contro le barriere. Il pneumatico che si è sfilacciato ha tuttavia danneggiato il fondo e Charles è stato costretto al ritiro. I detriti lasciati in pista da Leclerc hanno fatto entrare in pista la safety car ed è in quel momento che ai box è avvenuto un contatto tra Bottas e Verstappen con l’olandese che ha tagliato la strada al finlandese stringendolo in uscita dopo il pit stop. La Red Bull ha continuato con il fondo danneggiato ma i commissari hanno applicato a Max una penalità di cinque secondi da sommare al tempo finale di gara. Bottas si è fermato pochi giri dopo perdendo la posizione anche sulla Ferrari di Vettel, probabilmente per un controllo in seguito al contatto. La gara è andata avanti con Hamilton in testa seguito da Verstappen che tentava di avere ragione dell’inglese in modo da riuscire a costruire più vantaggio possibile per mitigare gli effetti della penalità. Lewis e Max hanno corso praticamente attaccati per almeno trenta giri. La Red Bull sembrava averne di più ma la pista di Montecarlo offre pochi punti di sorpasso e spinge i piloti a ponderare a lungo prima di prendere dei rischi. Max alla fine ci ha provato ma ha tamponato la Mercedes alla chicane del porto. Entrambe le vetture non hanno riportato danni ed Hamilton ha così tagliato il traguardo conquistando la sua terza vittoria a Monaco e la quarta stagionale. La penalità inflitta a Verstappen ha consentito a Sebastian Vettel di salire sul secondo gradino del podio, al posto giusto al momento giusto, e a Valtteri Bottas di completare l’ultimo gradino.

Ordine d’arrivo:

  1. Hamilton (Mercedes)
  2. Vettel (Ferrari)
  3. Bottas (Mercedes)
  4. Verstappen (Red Bull-Honda) secondo al traguardo, penalizzato per unsafe release
  5. Gasly (Red Bull-Honda)
  6. Sainz (Mclaren)
  7. Kvyat (Toro Rosso-Honda)
  8. Albon (Toro Rosso-Honda)
  9. Ricciardo (Renault)
  10. Grosjean (Haas) nono al traguardo, penalizzato
  11. Norris (Mclaren)
  12. Perez (Racing Point)
  13. Hulkenberg (Renault)
  14. Magnussen (Haas) dodicesimo al traguardo, penalizzato
  15. Russell (Williams)
  16. Stroll (Racing Point)
  17. Raikkonen (Alfa Romeo Sauber)
  18. Kubica (Williams)
  19. Giovinazzi (Alfa Romeo Sauber)
  20.  Leclerc (Ferrari) ritirato, incidente
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook