Sismologia che non prevede terremoti ma… “NUDI” E RACCOMANDATI!

Coi terremoti non si scherza, risulterebbe blasfemo alla luce delle recenti tragedie nel nord Italia. Ma quando si sentono certe notizie che coinvolgono l’apparato scientifico che si occupa appunto di questi disastrosi fenomeni naturali, non si può restare…senza parole.

La bersagliata di turno si chiama Sonia Topazio, il cui cognome evoca per assonanza certi personaggi cattivi della produzione Walt Disney. Ma lei non è cattiva, anzi ‘bonissima’ !…

I cattivi sono stavolta i ‘precari’ dell’ I.N.G.V. (Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia) che, invidiosi, hanno riportato alla luce il passato non proprio adamantino della bella signora. Infatti, la 42enne Sonia Topazio, da ben dieci annicapo ufficio stampa di questo benemerito Ente scientifico, nasconde nell’armadio qualche scheletro piuttosto pesante. Qualcuno l’ha appellata ingiustamente “ex porno-star” solo perchè in età assai giovanile si sarebbe dedicata a prestare le proprie grazie in filmetti erotici in realtà abbastanza ‘soft’, ben apprezzata anche dal regista Tinto Brass per alcune produzioni filmografiche sui generis. Un’attività piuttosto lucrosa che, come lei stessa ha ammesso, le permise di pagarsi gli studi per la via del successo.
Ha fatto di tutto la ‘vulcanica’ Topazio. Un ‘terremoto’di donna con un curriculum di tutto rispetto che davvero non le si può rimproverare di venir meno alla cultura di quella meritocrazia tanto invocata nelle assunzioni di lavoro.
Nativa del potentino, iniziò negli anni ottanta a farsi notare con un’ intensa e premiata attività sportiva. Fatti i muscoli al punto giusto, si votò quindi al teatro, al cinema e alla tv. Anche Playboy e Playmen misero in risalto le sue grazie mediterranee dedicandole pagine e un calendario. Nelle more dell’attività, diciamo ludica, si laureò a pieni voti in Lettere Moderne a “La Sapienza”, entrò all’I.N.G.V. dietrosegnalazione di un politico di cui non si conosce il nome, si iscrisse all’Albo dei Giornalisti e all’UGIS, Unione Giornalisti Scientifici Italiani, conseguendo poi un master sulla gestione degli enti pubblici. Nel 2004 diviene capo dell’ufficio stampa da lei stessa creato all’INGV e trova anche il tempo di scrivere dei libri, di cui lei dichiara di non ricordare il numero e non si sa di quale livello … Una chiosa per obiettare alla Topazio che uno scrittore autentico conosce uno per uno i suoi libri come sue vibranti creature.
La signora può quindi vantare numerosi ‘atouts’ nel suo paniere professionale.” I miei denigratori – si difende in una recente intervista senza peli sulla lingua nei riguardi dei precari dell’Istituto – sono tutti raccomandati dai baronidell’Università. …Ciò che ho fatto in passato sono c…. miei!” conclude seccata l’affascinante Sonia senza eufemismi di sorta.
Senonchè, viene ad aggiungersi un’altra notizia riguardo all’Istituto. Il nuovo Direttore generale dello stesso INGV è Massimo Ghilardi, già protetto dalla Gelmini e laureato in scienze motorie all’ISEF. In termini papali papali, un professore diginnastica…E tralasciamo qualsiasi altra facile battutina.

Ci preme invece intrattenerci sull’emerito Prof. Enzo Boschi, presidente dell’INGV dal 1999 al 2011. Da tempo ci stava sulla punta della lingua! …Anche lui, per inciso, non ha resistito alla tentazione di una liaison con l’attraente Sonia, per ammissione della stessa. Ma ci piaceva sottolineare come la figura dello scienziato non ci ha mai riscosso profonde simpatie fin dalle prime volte della sua comparsa in occasione di grandi eventi sismici, ultimo quello dell’Aquila nel 2009.

L’esimio esperto sismologo, che vanta un curriculum da sballo per cariche professionali ed onorifiche in ogni parte del globo, nonché la pubblicazione di numerosi tomi scientifici in materia, ci ha sempre rievocato quel famoso sceriffo nella serie americana del film “Lo Squalo”, il quale, ogni volta che compariva una pinna di pescecane nel mare, si affrettava a fugare ogni allarmismo dicendo che non c’era alcun pericolo…. Così sono apparse le insulse dichiarazioni del Boschi alle prime avvisaglie del grosso terremoto abruzzese, senza contare la sua bieca opposizione a chiunque volesse intravedere una qualche possibilità scientifica sulla previsione dei terremoti. In proposito, tutti ricordano il suo furioso scontro col vulcanologofrancese Tazieff, che apostrofò Boschi come “assassino delle vittime dei futuri terremoti” !
Se avvertiremo qualche scossa, non preoccupiamoci. Siamo in buone mani!….

Angela Grazia Arcuri
Roma, 26 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook