Pisa: Impiantata la prima protesi retinica al mondo

di Enrico Ferdinandi

Un annuncio importantissimo quello del Prof. Rizzo, responsabile dell’Unità Operativa di chirurgia oftalmica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana che quest’oggi ha dichiarato di aver eseguito per la prima volta al mondo un intervento che prevede l’istallazione di una microtelecamera nella retina. Questa operazione prevede l’innesto di su minuscoli elettrodi collegati ad una microtelecamera che consentirebbero ai pazienti ciechi di poter vedere nuovamente le ombre. La sperimentazione che ha portato a questa operazione è durata ben nove anni, ma rappresenta uno spiraglio in grado di donare grandi speranze a chi soffre di patologie di questo genere.

Il paziente su cui è stato effettuato l’intervento è affetto da retinite pigmentosa e grazie al dispositivo come detto potrebbe tornare a vedere le ombre. Il dispositivo, chiamato Argus II è stato messo a punto nei laboratori della Second Sight Medical Products in California; si attendono nei prossimi giorni i responsi sulla tollerabilità del congegno nell’occhio umano e sul suo funzionamento.
L’assessore al diritto alla salute della regione Toscana, Daniela Scaramuccia, ha affermato che: ”Ricerca e innovazione sono elementi fondamentali per migliorare le opportunità di cura per i nostri pazienti, e l’intervento straordinario di oculistica effettuato a Pisa lo dimostra chiaramente. La Regione Toscana non si tirerà indietro e continuerà, pur nella congiuntura economica attuale di estrema difficoltà che tutti conosciamo, a sostenere con politiche adeguate la ricerca e gli investimenti, perché l’eccellenza è il vero motore della crescita e del miglioramento, in sanità come in ogni altro settore, e va alimentata quotidianamente senza interruzioni”.

 

2 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook