Pomì: Il Superpomodoro anti-invecchiamento

di Enrico Ferdinandi

Un super pomodoro in grado di allungare la vita? Da oggi è realtà e da venerdì sarà anche possibili acquistarlo nei supermercati. Si tratta del risultato di una sperimentazione made in Italy che ha realizzato un pomodoro in grado di “fermare l’invecchiamento” grazie ad un triplo concentrato di antiossidanti. Il progetto nato in Lombardia oggi avrà il suo primo “assaggio” anche a Roma. Il pomodoro che avrà il brand di Pomì è nato da un iniziativa della Coldiretti nell’ambito del progetto “Una filiera agricola italiana”, non si tratta di un prodotto modificato geneticamente, ne tantomeno di un prodotto del tutto artificiale, ma è il risultato di una serie di innesti frutto di mesi e mesi di ricerche.

 

I primi esperimenti sono già cominciati da un anno su un area di 300 ettari in Lombardia con produzione di 200mila quintali che ora saranno estese anche ad altre parti d’Italia per favorirne la distribuzione. Giorgio Calabrese, esperto nutrizionista, ha spiegato che: « Questa varietà di pomodoro ha, rispetto agli altri, il 50% in più di licopene per un totale complessivo di antiossidanti dell’ 85% », il licopene è una sostanza presente nei pomodori che previene malattie tumorali.

 

Un innovazione importante non solo perché avviene nei 150esimo anniversario dell’unità d’Italia ma perché questo prodotto è destinato a migliorare la salute di milioni di italiani (almeno il 40%  non rinuncia mai alla pasta al pomodoro) andando così a migliorare la dieta mediterranea, dieta presa d’esempio dai nutrizionisti di tutto il mondo, ma che deve e può sempre esser migliorata.

Il presidente della Coldiretti Sergio Marini ha affermato che:  “E’ possibile fare ricerca con risultati concreti che rispondono a reali esigenze dei produttori e dei consumatori senza ricorrere a metodi innaturali come la manipolazione genetica. È  più’ facile il trasferimento delle innovazioni dal campo alla tavola quando è più diretto il rapporto tra produttori e consumatori come nel progetto della Coldiretti per ‘la filiera agricola tutta italiana’ che punta ad offrire prodotti al cento per cento italiani firmati dagli stessi agricoltori”.

Marco Crotti, Presidente del Consorzio Interregionale Ortofrutticoli (CIO) ha invece dichiarato che: “Il superpomodoro e’ caratterizzato da un contenuto triplo di licopene che un prodotto del tipo alfa-carotene, che esercita un’azione preventiva nell’insorgenza dei tumori della prostata nel maschio e degli annessi nella femmina”, ha affermato il prof. Giorgio Calabrese docente di Alimentazione e Nutrizione Umana all’Universita’ Cattolica nel sottolineare che “la maggiore temperatura ne favorisce il maggior contenuto e il migliore assorbimento a livello intestinale”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook