Strabilianti effetti benefici del limone sull’organismo umano

Strabilianti effetti benefici del limone sull’organismo umano

limone-proprieta-beneficheSi dice che una mela al giorno toglie il medico di torno, ma pare che il limone faccia molto di più. E’ questa l’esperienza di una persona che soffriva di una cistite devastante, al quale ad ogni controllo medico, eseguendo un antibiogramma, risultava la morte di un batterio, tra quelli presenti ma il proliferarsi di altri cinque o sei.
Per curarsi era costretto ad assumere dosi massicce di antibiotici ed effettuare continue visite specialistiche,  fino a consultare un luminare di urologia, ma nessuno era mai stato in grado di trovare una soluzione al suo problema. Così,  preso dalla disperazione per i continui bruciori decide di provare la “terapia” di un amico dietologo, nutrizionista e gastroenterologo. In fondo cosa aveva da perdere?
La terapia consisteva in una spremuta di tre limoni succosi, seguiti da tre bicchieri d’acqua la sera prima di andare a dormire, con l’ordine tassativo di resistere ad eliminare le urine fino al mattino: La convinzione era poca, ma la disperazione vinse sullo scetticismo.
La sorpresa fu grande, quando dopo qualche giorno il bruciore sparì, così come il sanguinamento e poi, eseguendo l’ennesimo antibiogramma, i valori erano perfetti.
Questa persona quindi si chiese, ma se il limone è riuscito a curare un disturbo come la cistite, forse possiede altre doti nascoste?
Inizia così una lunga ricerca dalla quale scopre che  il limone è in grado di uccidere le cellule tumorali, dimostrando un’efficacia 10.000 volte più forte della chemioterapia. Perfino un luminare come Umberto Veronesi, su una “Ok Salute”, rivista specializzata, di cui egli stesso è il garante scientifico dichiara: “Una bella limonata fa da scudo contro il cancro.
La ricerca dunque ha evidenziato gli effetti benefici di questo frutto, sia pure è ovvio che nessun alimento da solo può considerarsi uno scudo efficace ed assoluto, se non è inserito in una dieta equilibrata ed uno stile di vita salutare.
acqua-e-limoneI limoni posseggono notevoli proprietà antiossidanti, capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi e di agire sulla struttura delle membrane cellulari e del materiale genetico:
i flavonoidi, presenti ad alte concentrazioni, e  soprattutto i limonoidi (che si ritrovano soprattutto nella buccia), che hanno la capacità di frenare alcuni tipi di cellule cancerose, come quelle del neuroblastoma: l’hanno verificato, per ora solo in provetta, i ricercatori della Texas Agriculture Experiment Station di Chillicothe (Stati Uniti).
Altre ricerche  hanno confermato che il limone è un rimedio provato contro praticamente tutti i tipi di tumore, ma è anche un ottimo anti-microbico a largo spettro,  contro le infezioni batteriche e i funghi, funziona come antidepressivo, così come è utile contro stress e disturbi nervosi, regolatore di pressione alta e combatte i parassiti interni e vermi.
Uno studio statunitense, invece ci dice che il limonene, la sostanza contenuta nel limone, può essere impiegata nella distruzione dei calcoli nella cistifellea, e nella cura di tumori a pancreas, stomaco e intestino e pare abbia avuto un buon successo.
I flavonoidi, secondo uno studio pubblicato su Journal of Agricultural and Food Chemistry sono in grado di limitare l’azione di particolari molecole con alto potenziale cancerogeno, cosa confermata da un’altra ricerca, pubblicata su Current Cancer Drug Targets.
Interessante ed incredibile la testimonianza di un uomo che  racconta come il limone gli  abbia salvato la vita. Egli racconta che dopo aver ripetuto per ben tre volte l’Ecocolordoppler (metodica diagnostica non invasiva, che permette la visualizzazione ecografica dei principali vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico al loro interno nda) tre medici e un cardiochirurgo gli danno da un mese a una settimana di vita. La diagnosi infausta era una necrosi, che aveva già compromesso più del 25 % del cuore.
A questo punto una sua zia gli consiglia il limone di mettere direttamente sulla zona del cuore. Da allora piano piano ha avuto dei miglioramenti fino a guarire completamente e ora non assume più alcun farmaco.
Sono tante altre le notizie che possono trovarsi in rete sulle proprietà anticancerogene del limone e una di queste arriva nientemeno che da uno dei più grandi produttori di droga al mondo, che dal 1970, dopo più di venti test di laboratorio, rileva che il limone distrugge le cellule maligne in dodici tipi di cancro, incluso quello del colon, del seno, della prostata, polmone e pancreas.
Secondo l’Istituto di Scienze della Salute di Baltimora, i composti dell’albero di limone hanno efficacia 10.000 volte superiore di uno dei più usati farmaci chemioterapici e oltretutto la terapia a base di estratto di limone ha la capacità di distruggere solo le cellule tumorali maligne senza influire su quelle sane.
Per godere delle proprietà depurative e disintossicanti, sarebbe opportuno bere una spremuta di limone il mattino a digiuno e già c’è chi si preoccupa delle sue proprietà astringenti, ma bevuto al mattino, il limone invece aiuta a regolare l’intestino, combattendo la cellulite.
L’uso del limone è davvero infinito e spazia in tutti i campi perchè ostacola l’insorgere dell’osteoporosi, riequilibra il Ph del corpo, migliora la digestione, favorisce il riposo, previene raffreddore e influenze, depura il fegato, elimina gli acidi urici, favorisce l’attività intestinale, dissolve i calcoli biliari, renali e i depositi di calcio che si accumulano nei reni, previene la calcolosi urinaria, contrasta i radicali liberi, previene l’invecchiamento cellulare dell’organismo, abbassa il colesterolo, favorisce la digestione, ha proprietà antibatteriche, elimina i parassiti intestinali, rafforza i vasi sanguigni, regola la pressione del sangue, ha proprietà anticancro, favorisce la produzione di energia.
Quindi l’ideale è una spremuta di un limone il giorno, così come una spruzzata di limone sull’insalata, potrebbe essere un gesto che bisognerebbe fare più spesso per migliorare la qualità della nostra vita.

Fonte: ilgiornaledellebuonenotizie.it

Sebastiano Di Mauro
2 giugno 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook