C’è Forza e Forza – Forza Horizon 3 VS Forza Motorsport 7

C’è Forza e Forza – Forza Horizon 3 VS Forza Motorsport 7

Che la FORZA sia con Voi.

La serie Forza (Forza Motorsport e Forza Horizon) è indubbiamente una delle punte di diamante di casa Microsoft. Grazie all’ottimo lavoro fatto per ottenere una riproduzione molto curata e realistica delle vetture e la quantità impressionante di queste ultime che vanno a comporre un parco auto ricco e variegato, la serie si è potuta imporre senza troppa concorrenza nel mercato dei giochi a tema automobilistico come racing game per eccellenza, in grado di soddisfare le esigenze di tutti i giocatori. Le due tipologie di gioco, seppur della stessa serie, sono diverse tra loro e offrono un approccio di guida e di esperienza generale opposto che va da un modello più arcade riscontrabile in Forza Horizon 3 ad un modello più indirizzato alla simulazione e al realismo che trova spazio in Forza Motorsport 7.

Tempo di cambiare auto?

Il punto di forza della serie Forza è la notevole quantità di vetture che vengono offerte al giocatore e che ripercorrono a grandi linee la storia dell’automobile: si passa dalle prime auto da competizione degli anni ‘40 come l’Alfa Romeo P3 e la Maserati 8CTF, per arrivare alle icone degli anni ‘80 e ‘90 come la Renault 5 Turbo, la Lancia Delta e la Renault Clio Williams, fino a giungere ai giorni nostri con auto sportive come l’ Alfa Rome Giulietta Quadrifoglio Verde e la Ford Fiesta RS e le super car come la Lamborghini Aventador e la Pagani Zonda.

Ogni auto ha delle statistiche base (velocità, accelerazione, maneggevolezza e frenata) che ne determinano la Classe di appartenenza e che possono essere migliorate tramite un ricco comparto di personalizzazione, nel quale si può intervenire su varie componenti della vettura (motore, scarico, filtro, freni, sospensioni, pneumatici, alettone, cambio, volano, ecc..) al fine di renderla più competitiva ed aumentarne così la Classe. Per entrare più nella parte tecnica c’è anche la sezione della Messa a punto, nella quale si possono impostare diversi tipi di valori per le varie componenti (tempo di cambio, pressione pneumatici, aerodinamica, ecc..).

Insomma, se siete di quelle persone che amano cambiare macchina continuamente o puntare sempre al massimo la serie Forza è ciò che, in ambito videoludico, fa al caso vostro.

Come già detto nel paragrafo precedente, tutto questo viene accompagnato da un eccellente livello di dettaglio con cui sono state realizzate le diverse auto (sia negli interni che negli esterni) e che contribuisce a creare un ambiente in cui la vettura è la colonna portante e il giocatore non può far altro che perdersi ad ammirarne le curve e le cromature e ad assaporare il suono dei cavalli che scalpitano sotto il vano motore o la dolce armonia emessa dallo scarico.

Stesso posto ma non stessa storia.

La differenza sostanziale che rende i due giochi della serie Forza molto diversi tra loro è rappresentata dall’esperienza di gioco. Forza Horizon 3 adotta uno stile che lo avvicina maggiormente ad un gioco arcade, con un’esperienza di guida semplice ma allo stesso tempo divertente e un open world (l’Australia) in cui le attività da portare a termine non mancano e spaziano dalle classiche gare (da punto a punto oppure a giri), che servono per progredire nella carriera, al completamento di “acrobazie” (autovelox, salti, cartelli, ecc), che servono per ottenere esperienza e fan. Per quanto riguarda la “campagna”, essa consiste nello svolgere gare al fine di espandere il più possibile l’evento automobilistico Horizon Festival e diffonderlo in tutta l’Australia, rendendolo così qualcosa di grande e capace di attirare fan da tutte le parti.

Forza Motorsport 7 si presenta invece come un gioco simulativo a tutti gli effetti, dove bisogna trovare il giusto feeling con le vetture che si guidano (si sente molto il passaggio da vetture di “classe bassa” a vetture di “classe alta”) e dove le condizioni atmosferiche interferiscono notevolmente sull’esito della gara (in condizioni di pioggia si percepisce molto la diminuzione della tenuta della vettura sull’asfalto e bisogna dosare il gas ed il freno in modo opportuno). In questo gioco ogni gara serve per migliorare la propria esperienza e per imparare a conoscere sempre di più il comportamento della propria vettura al fine di raggiungere sempre le posizioni più alte in classifica. La “campagna” è suddivisa in coppe, ognuna delle quali è composta da un gran numero di corse ed alcune attività “extra” (es. bowling con una Cadillac Limo) e al termine di alcune di esse è possibile ricevere come premio vetture esclusive (es. la Ford Gymkhana di Ken Block).

Giochiamo insieme?

Entrambi i Forza sono giocabili interamente offline ma possiedono comunque la componente multiplayer.

In Forza Horizon 3 è possibile effettuare l’avventura online: l’open world viene “aperto” e ci si può unire ad altri giocatori di tutto il mondo ed affrontare insieme le varie esibizioni e i vari campionati oppure si può semplicemente girovagare e godere dei bei panorami che l’Australia ha da offrire.

In Forza Motorsport 7 è possibile scegliere tra la lega, serie di gare di vario tipo che permettono di ottenere un’auto esclusiva alla fine della “stagione”, oppure scegliere una delle tante modalità offerte dal gioco e gareggiare contro altri giocatori.

Forza!

‘C’è Forza e Forza’ è il titolo giusto per questo articolo poiché è incredibile come due giochi all’apparenza simili siano in realtà uno l’opposto dell’altro. Molti potrebbero dire “Perché prendere Forza Horizon 3 quando ho già Forza Motorsport 7 (o viceversa)?” ed è una domanda del tutto comprensibile. La risposta a tale domanda sta nei paragrafi sopra. La risposta è che sono due titoli che, seppur diversi, possono viaggiare sulla stessa strada, permettendo al giocatore di immergersi in modo più reale nei panni di un pilota in un primo momento e magari svagarsi successivamente in un ambiente più rilassante, dove anche un semplice giro della mappa (magari aggiungendoci qualche sorpasso azzardato a velocità folle così, per aggiungere quel pizzico di adrenalina che non guasta) a bordo della propria supercar è in grado di intrattenere ed appagare.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook