Assetto Corsa Competizione promette molti passi avanti – anche al di fuori della simulazione

Assetto Corsa Competizione promette molti passi avanti – anche al di fuori della simulazione

Non mi considero esattamente un “hardcore fan” del sim racing che punta a battere i piloti professionisti online e minimizzare il più possibile i tempi sul giro, ma dopo aver speso molte centinaia di ore guidando svariati bolidi sulle riproduzioni dei tracciati più belli della vita reale ho capito quanto effettivamente mi intriga l’esperienza immersiva e ultra-realistica di questo genere di giochi. Per questo, al lancio dell’alpha di Assetto Corsa Competizione su Steam non sono proprio riuscito a dire di no e mi sono quindi buttato in pista per scaldare qualche gomma sulla strada di questo Accesso Anticipato. Dopo tantissimi giri (e incidenti) sul Nürburgring GP del nuovo simulatore della Kunos Simulazioni, sono rimasto sorpreso da questo primo risultato, non solo per le enormi potenzialità del gioco ma anche perché esso cerca di aggiustare i problemi che hanno afflitto negativamente l’originale Assetto Corsa rilasciato nel 2014.

Blancpain GT nelle mani giuste

Assetto Corsa Competizione è il videogioco ufficiale della Blancpain GT Series, quindi a livello di contenuti bisogna aspettarsi solo ed esclusivamente auto della classe GT3 (pensando positivo, incentrarsi su una singola serie permetterà agli sviluppatori di simulare al meglio la sua atmosfera e le sue regole, oltre che la qualità dell’engine fisico per le vetture specifiche). Al momento, il gioco offre solo una sola vettura e un tracciato, con nuovi contenuti e rifiniture sulle meccaniche di gioco in arrivo ogni mese.
A detta dei più esperti in fatto di auto, le auto della classe GT3 sono “facili” da guidare ma prendono vita se portati al limite, ammesso che vengano guidati da piloti competenti che riescono a mantenere il controllo ad alte velocità. I ragazzi della Kunos Simulazioni sono riusciti ancora una volta a riprodurre questa fedeltà simulativa in modo eccezionale grazie alla fisica in parte riscritta da zero e Force Feedback che trasmette i segnali giusti al giocatore, anche se ha ancora bisogno di essere perfezionato.

Scesi in pista, la potenza grafica dell’Unreal Engine 4 si rivela in tutto il suo splendore. Ci troviamo davanti a uno dei racing sim più atmosferici di sempre (se non il più atmosferico di tutti), specialmente se decoriamo l’iconico tracciato con forti piogge e luci intense per delle difficili gare notturne. Tutti i piccoli dettagli sul tracciato e suoni migliorati rendono il “mondo” di gioco ancora più vivo e immersivo. L’unico mio lamento riguarda il contrasto e il bilanciamento dei colori, a mio modesto parere non tanto naturali come nel precedente Assetto Corsa.

Raffinatezza videoludica

Assetto Corsa Competizione si dimostra essere un valido simulatore già alla sua prima versione in Accesso Anticipato con ottime premesse per il futuro. Come ha intenzione però di gestire l’esperienza “videoludica” al di fuori della simulazione e del league racing?

Come si potrà notare dal primo avvio del gioco, l’interfaccia del menù principale appare decisamente meglio organizzata e più immediata, questa volta con una combinazione di colori più varia e vivace e una soundtrack da accompagnamento per evitare il macabro silenzio del gioco originale. Cambiare auto, tracciati e regole di gara è diventato persino un procedimento istantaneo e meno “scomodo”, soprattutto per i possessori di controller e volanti.

Precisando comunque che Competizione è ancora in uno stato pre-release e ha ancora bisogno di molte rifiniture e miglioramenti in svariate aree, mi diverto di più a gareggiare contro la IA in questo racing sim che nel suo predecessore (che include tutt’ora una IA in parte scadente). I piloti della CPU sono diventati decisamente più attenti e consapevoli a chi li sta intorno, più aggressivi nel sorpassare gli avversari e, allo stesso tempo, più “umani” commettendo qualche errore durante le gare. Oltre a qualche bug che dovrà essere risolto, spero vivamente che la IA attuerà anche strategie di pit stop più efficaci in futuro – specialmente nelle gare endurance – e livelli variabili di consistenza. Al momento non si tratta di un miglioramento drastico, ma gli sviluppatori sono sicuramente sulla buona strada.

Naturalmente non è solo la componente singleplayer a fare un passo avanti. Come ci hanno spiegato i ragazzi della Kunos negli annunci e nella roadmap dell’Accesso Anticipato, la componente online sarà più organizzata e più competitiva rispetto a quella dell’originale Assetto Corsa grazie al nuovo sistema di rating, che dividerà i bravi piloti dai guastafeste che, come accade spesso nei server pubblici dei simulatori, non sanno usare i freni alla prima curva dopo la partenza. In altre parole, le performance di un giocatore individuale sul tracciato come ad esempio consistenza, controllo della vettura e tempi su giro verranno analizzate da questo sistema per valutare la sua competenza sul tracciato e farlo competere contro piloti di un simile livello. In alternativa, il sistema funzionerà anche da “tutorial” per guidare il giocatore durante i giri di hotlap e avvisarlo se determinati settori li affronterà in modo giusto o nel modo sbagliato.

Commento

Se combiniamo tutte queste migliorie con una modalità Carriera più autentica e immersiva e una modalità online incentrata ancora di più sul racing competitivo, Assetto Corsa Competizione ha tutta la stoffa per diventare uno dei migliori simulatori di guida dell’era moderna – insieme al recente rFactor 2, Automobilista e RaceRoom – nonché un netto miglioramento dall’originale Assetto Corsa in termini di simulazione, meccaniche di gioco e qualità di vita, ad eccezion fatta  della quantità dei contenuti e della mancanza dell’app system. Come scrisse Eurogamer.net nella sua anteprima, Assetto Corsa Competizione pone le basi per qualcosa di veramente speciale; questa frase, secondo me, descrive alla perfezione questo nuovo Accesso Anticipato della Kunos Simulazioni.

Assetto Corsa Competizione verrà rilasciato nella sua forma finale nei primi mesi del 2019 con tutti i contenuti dell’attuale stagione del Blancpain GT, mentre i contenuti della stagione del 2019 verranno rilasciati tramite un aggiornamento post-lancio.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook