A Way Out – Cooperazione mozzafiato

A Way Out – Cooperazione mozzafiato

Così diversi ma così vicini

Quando venne annunciato questo titolo, A Way Out, tutti ne rimasero molto sorpresi, perché al giorno d’oggi andare a sviluppare un gioco completamente cooperativo e soprattutto anche usufruibile in Locale (da casa propria con due Joypad) è una scelta molto rischiosa. Se aggiungi anche una storia molto profonda e non da tutti il pericolo cresce ancora di più e il fallimento può essere molto probabile.

Ma seppur consci di questo rischio gli sviluppatori hanno deciso di provarci ed è stata una scelta saggia sotto tutti i punti di vista. Il gioco si presenta come un action in terza persona in cui i protagonisti (Leo e Vincent) saranno chiamati a scappare da una prigione di massima sicurezza.

Leo ovviamente ha i suoi motivi per scappare come Vincent, però un motivo li lega a fare tutta la strada assieme.

La longevità è tutto?

Partendo dal fatto che il gioco al Day One costasse 30 euro (prezzo molto buono per un gioco appena uscito) ed è stato anche per questo che le vendite sono andate molto bene, è stata una mossa astuta mettere un prodotto così di nicchia ad un prezzo così basso. Ma c’è anche un motivo per questo costo, il gioco dura sulle sei ore, infatti gli sviluppatori sono stati onesti a non venderlo a prezzo pieno.

Ma la longevità di questo prodotto non conta nulla, invece quello che conta è lo spettacolo e il divertimento che il gioco riesce a dare ed è tanto, perché parte molto piano (ma con il giusto ritmo) e va a sfociare da metà in più nell’adrenalina pura.

Anche la storia è veramente ben narrata e la cosa più bella è come il rapporto tra Leo  e Vincent cambi nel corso del gioco, subito sono molto diffidenti ma poi il tutto diventa come un’amicizia, quasi fratellanza. È proprio la trama che ci dà il colpo di grazia, con un finale azzeccato e che fa stare letteralmente il videogiocatore con la bocca aperta per quello che ha visto.

Dell’importanza della longevità in un videogioco ne abbiamo parlato qui, sono sicuro che lo troverai interessante!

Entriamo più nel profondo

Il Gameplay seppur minimo è ben variegato, molto spesso ci si dovrà muovere in sincronia per non farsi scoprire o per non ammazzarsi.

Anche le sparatorie seppur non sono al livello di un Uncharted riescono a farti divertire e appagare, però la I.A nemica è molto scarsa e difficilmente riuscirà a farti fuori. Vogliamo parlare del Combat System? Veramente spettacolare e con Q.T.E ben azzeccati. La colonna sonora è veramente ben fatta e soprattutto messa nei momenti giusti della storia.

Anche il Level Design è fatto molto bene, infatti sarà difficile scordarsi i momenti del gioco anche per chi ha una memoria molto corta. Come bisognava aspettarsi la grafica non è ai livelli dei più famosi Tripla A (anche per via di un budget molto più basso) ma comunque è discreta.

Pareri finali

Sicuramente gli Hazelight (la casa che ha sviluppato questo titolo) hanno vinto la propria scommessa dando una storia da brividi ad una community non più abituata a giocare i giochi profondi assieme ad altre persone. Tutto questo si è avverato grazie anche al Pass che si trova all’interno del gioco con cui puoi giocare Online con un amico anche se hai solamente una copia.

Sicuramente non ha concorrenti nel mercato per il momento, anche perché di giochi così profondi da giocare insieme al giorno d’oggi difficilmente se ne trovano. Chiunque sia un videogiocatore deve provare questa perla, vi lascerà un piacevole ricordo dentro perché vedere la crescita del rapporto tra i due personaggi è quanto più umano ci possa essere. Date una chance a questo piccolo viaggio, non ve ne pentirete.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook