Massimo Bottura chef mondiale

Massimo Bottura chef mondiale

Lo chef modenese è stato premiato come migliore cuoco del mondo a New York, durante la classifica dei 50best che incorona i migliori chef e ristoranti del globo. 

Campioni del mondo, anche in cucina: il ristorante “Osteria Francescano” di Massimo Bottura è il migliore del globo. Il cuoco di Modena ha scavalcato i fratelli spagnoli del Cellar de Can Roca. Bottura ha ricevuto il riconoscimento nella notte a New York, durante l’appuntamento annuale dei 50best che incorona i migliori chef del globo.

Dietro a Bottura e ai fratelli Roca sale sul podio anche Daniel Humm dell’Eleven Madison Park di New York che supera il re della cucina nordica René Redzepi, scivolato al quinto posto dopo una lunga permanenza ai vertici. Terzo il peruviano Virginio Martinez del Central di Lima. Il voto degli chef, premio a a parte dell’evento, è andato a Joan Roca. Per le classifiche individuali trionfo transalpino su tutti i fronti: premio ad Alain Passard per la carriera, per Dominique Crenn come migliore cuoco donna e per Pierre Herme come miglior pasticciere. Tra gli italiani figurano nella prestigiosa classifica anche Enrico Crippa del Duomo di Alba (17mo posto), Massimiliano Alajmo delle Calandre (37o posto) e Davide Scabin (46mo posto) rientrato nel gotha dopo un anno di Purgatorio. Tra i primi cento fa ingresso anche il tre stelle Michelin Niko Romito.

Bottura, che è salito sul palco insieme alla moglie Lara, è riuscito a imporsi grazie alla valorizzazione delle materie prime nei suoi piatti: dal parmigiano fino all’aceto balsamico, tipico della sua terra e vero e proprio punto di partenza dei suoi piatti. Un cuoco filosofo Bottura, che ha sempre definito la sua cucina come un connubio tra sapere e ricerca: «la conoscenze apre la coscienza e la coscienza porta alla responsabilità». Parole che hanno trovato un senso nel progetto del Refettorio Ambrosiano durante l’Expo di Milano, in cui grandi nomi della cucina mondiale hanno creato piatti utilizzando scarti alimentari dell’esposizione. Il concept del Refettorio è stato esportato in tutta Italia e il mondo dove, con diversi appuntamenti, vedrà riconvertire lo scarto in ricchezza tra le Favelas di Rio de Janeiro, durante le prossime Olimpiadi.

modena massimom bottura la francescana
Lo staff del ristorante “Osteria Francescana” insieme a Massimo Bottura.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook