Buio oltre la siepe

Buio oltre la siepe

Torna Fiori di Cemento e lo fa con una ventata d’aria fresca direttamente dall’Adriatico. Lui è Buio, la famiglia è DSC, il progetto è Inferno.

Ciao Buio, benvenuto su Fiori di Cemento. Parlaci un po’ del tuo ultimo progetto, Inferno mixtape.

Inferno nasce da una riflessione su me stesso e sulla mia situazione, mi sentivo schiacciato dal peso della realtà che ho intorno ed ho avuto il bisogno di sputare fuori quello che mio malgrado ho immagazzinato nel corso del tempo. Il principio di base era essere il più sincero possibile, volevo che questo lavoro sbattesse in faccia a chi ascolta il mio malessere e quel disagio in cui magari anche qualcun altro si ritrova e volevo che tutto fosse assolutamente real perchè quella è la mia filosofia. Nel tape  ho inserito rappers provenienti da diverse parti d’ Italia perchè in tutto lo stivale ci sono persone che spaccano, ma che per diversi motivi non hanno il seguito che meritano, mc che apprezzo e supporto e che nel mio piccolo vorrei spingere come e dove posso.

Una provincia infernale, che rischia di farsi stato mentale. Come la combatti?

Ne resto fuori quanto più mi è possibile. Sono una persona abbastanza solitaria e purtroppo ho maturato un certo disagio nello stare a contatto con le persone… Questo causa di alcune esperienze che mi sono trovato ad affrontare.

Non pensi che comunque, aldilà delle criticità, sia proprio la provincia, per te come successo per molti altri rapper, a muovere le corde della tua lirica?

Io credo che la provincia condizioni il mio rap. Se non fossi qui vivrei un’altra realtà e sicuramente il mio rap subirebbe un cambiamento.

Credi che la salvezza passi da un distacco?

Il distacco è la salvezza per me, per la mia mente e per la mia anima.

Diversi feat nell’album. Come scegli le collaborazioni?

Con tutti i rappers nel mixtape c’è un rapporto di amicizia diretta o indiretta. Di solito amo collaborare con gli amici perchè oltre la passione ad accomunarci c’è appunto anche l’amicizia. Poi c’è la mia crew che cerco di mettere sempre in mezzo ad ogni mio progetto anche solista, in questo caso Keno e Zofa che si sono occupati della grafica e Dj Bile che si è alternato per quanto riguarda gli scratch con Dj Geen il quale ha curato anche il mix delle tracce.

Ora, più in generale, mi piacerebbe avere qualche informazione in più sulla realtà DSC.

La DSC è nata tanto tempo fa, eravamo un gruppo di 4 ragazzi che si stavano avvicinando al rap…poi nel corso degli anni è diventata una crew che comprende un bel po’ di gente e si occupa di diverse attività. Per quanto riguarda i live abbiamo suonato in diversi contesti dallo storico DaBomb a Roma, a varie Jam in giro per l’Italia, molti locali in zona e fuori. Anche in apertura a diversi nomi storici della scena HH come Cuba Cabbal e LouX, Fabri Fibra, Gengis Khan con la sua formazione del Rome Sweet Home, Kill the Vultures di Minneapolis e altri…Poi ci siamo fermati per un po’ di tempo perchè la vita è fatta di priorità ed ora ci stiamo preparando per ricominciare l’attività live.Abbiamo un associazione con cui facciamo eventi che si chiama DSC Familia,curiamo la gestione di un progetto che si chiama Urban Things.Abbiamo uno studio che si chiama Deep Sound RecordZ. Avevamo una web radio che stiamo cercando di riavviare, Deep Sound Radio e stiamo facendo molto altro ancora che piano piano sveleremo. La DSC è una realtà in continua evoluzione. Insomma ci diamo da fare!

Modelli di riferimento nell’underground italiano?

In realtà non ho un modello particolare ascolto tanti rappers e analizzo il loro stile, la tecnica, la scrittura, il modo che hanno di esprimere un concetto, le parole che usano, ecc..insomma studio! Sicuramente vista anche la posizione geografica, sono stato molto influenzato da LouX. Altri nomi potrebbero essere sicuramente Lord Bean, Colle, Kaos one, Egreen, MezzoSangue, Ensi, Cricca dei balordi e veramente tantissimi altri.

Immagino ti stia già organizzando per i live. Puoi anticiparci qualcosa?

Per ora vorrei che il mixtape girasse e che venisse scaricato ed ascoltato da quante più persone possibile. Stiamo preparando una formazione live da paura con 2 dj 2 rappers e ospiti del mixtape, laddove le circostanze ci permetteranno di farlo e speriamo di iniziare presto a presentare lo show in giro.

Ringraziamo Buio e gli facciamo un grosso in bocca al lupo per Inferno e tutti i progetti futuri.

Crepi il lupo. Grazie a voi, alla prossima.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook