Mastafive e la musica dell’Insomnia Sun Set

Mastafive e la musica dell’Insomnia Sun Set

Un onore averti su 2duerighe Mastafive. Questo nome non ha bisogno di presentazioni, aldilà della longeva carriera nella scena noi di Fiori di Cemento ti conosciamo bene per l’attività di CEO della B.M Records e per l’organizzazione del contest “Tecniche Perfette”, che seguiamo ogni anno. E’ appena uscito il tuo ultimo E.P. Allora come mai hai sentito l’esigenza di tornare sul rullante?

Più di dieci anni che non lavoravo su una cosa mia, solo mia, un giorno molto stressante mi sono fermato e ho realizzato che in 11 di label non mi ero più dedicato ad una cosa più pragmatica di un mix tape o una produzione con mia firma.

Quasi subito arrivò la proposta da parte di Hashetic Front di fare un lavoro strumentale, da poco ero diventato endorser per Native Instrument e così quale migliore occasione per fare qualcosa?

 

“InsomniaSun Set” è il nome di quest’ultimo lavoro. 5 strumentali realizzate con la notte, quando tutto tace e si riescono a visitare le zone più intime della propria anima. Questa è la sintesi della descrizione che introduce le tracce. E’ sicuramente un suono che cala nelle profondità ma non ha una coloritura veramente scura. Lo stesso titolo dell’E.P associa due termini che evocano sensazioni differenti. Non essendoci parole a sporcare il suono ed a guidarci nell’ascolto, come ci presenti il tuo disco?

“Loop d’ insonnia” era il mio primo demo di strumentali fatto nel 1996 interamente campionato, usavo un korg dms1 e un 4 piste della Yamaha a cassetta. Volevo riprendere da dove avevo lasciato così decisi di utilizzare “insonnia” come legame e perché mi accorsi che tra allora ed oggi l’unica cosa rimasta così com’era allora era la mia insonnia, che ora con l’età e il sovrappeso si accompagna con la narcolessia, quindi posso annunciare che il prossimo lavoro si chiamerà: NarcolecticFly.

Le tracce sono state ispirate da una musa involontaria ma forse non casuale  e dalla pioggia che ha accompagnato le notti in cui ci ho lavorato. Volevo riportare i miei sentimenti e le mie sensazioni.

 

Dicevo del nome dell’E.P che evoca dei sentimenti contrasti. Personalmente l’insonnia mi suscita una sensazione di cupezza e chiusura, dovute ad un senso di oppressione tipico del momento in cui non viene il sonno e i pensieri affollano la mente. Sun Set è il tramonto che è, al contrario, un attimo rigenerativo, quasi catartico. Perciò mi chiedo cos’è esattamente il tuo “InsommiaSun Set”? Un momento, un atteggiamento, un’attitudine?

La mia insonnia è particolare perché non è qualcosa che mi impedisce di dormire, ma di continuare il sonno, il mio sonno non è mai stato tranquillo perché ad un certo punto apro gli occhi e devo fare qualcosa e il più delle volte è legato alla musica…almeno questo prima di netflix.

Mentre il tramonto è il momento dove tutto comincia a rallentare e anche il mio pensiero allora i pensieri che si affollano in testa si sfoltiscono, si dilatano, si distribuiscono fino ad esaurirsi, a mente vuota allora posso cominciare a creare… ed è assurdo perché per creare bisogna avere idee, programmi, scadenze, invece a me serve il nulla…il vuoto … il buio…li mi si attiva il cervello un po’ come se durante il giorno vivessi sovrappensiero.

 

Infatti in linea con ciò che accennavo nelle precedenti domande, durante l’ascolto mi sono imbattuto in strumentali più soul in cui sembra udire i rumori della profonda notte come in “Got a Pantuf” e invece la traccia successiva, Hey Man, ha un ritmo totalmente diverso, fatto di componenti più ritmate e “quasi” rock. Non a caso ti ho nominato queste due tracce perché Hey Man è la mia preferita, in quanto a musicalità, mentre “Got a Pantuf” è quella che sento più vicina a me. Ci sveli, se c’è, qual è la tua traccia preferita?

Non c’è una preferita in assoluto, potrei azzardare dicendoti  “Original Woman” perchè è nato da un campione funk che poi ho voluto rendere blues, l’altro campione che ho choppato invece crea una litanìa rutilante…. ogni singola parte della struttura del pezzo mi ricorda un particolare di donne che ho conosciuto, nel punto in cui il sinth si apre psichedelico ad esempio mi ricorda certi momenti intimi vissuti… volevo tradurli in musica.

Got a Pantuf è stato fatto anche da mio figlio che ha giocato con i pad del maschine un pomeriggio e io ho registrato il midi, sistemandolo in un secondo momento.

Vederlo “suonare” illuminava lo studiolo dove produco “love is light – l’amore è luce” è infatti l’ultima frase che chiude il pezzo.

Dentro vengono elencati varie definizioni d’amore, questa sensibilità verso questo sentimento mi si è rinnovata diventando padre 9 anni fa.

Quindi siccome nulla nasce per caso ho voluto anche qui tradurre in suono il sentimento verso mio figlio e la donna che me lo ha donato e dell’attimo del concepimento.

Hey Man invece è un remake di un pezzo che produssi nel 2003\2004  che racchiude il mio animo più dancefloor e richiama il mio trascorso rock e il campione utilizzato anche da Prince Paul per “Say no go” dei De La Soul  che mi avvicinò all’ Hip Hop.

 

L’E.P si conclude con una traccia, “I Find U”, che richiama ancora un’atmosfera tinta di nero. Cosa rappresenta questa chiusura molto evocativa?

Spero sia capitato a tutti di trovarsi davanti una donna nuda nella propria stanza\casa che ti balla davanti, ti stuzzica, gioca… è una situazione che ha davvero una sua dimensione particolare… li pensi: “che fortunato che sono”, eccoti “ti ho trovata”.

Non è gioia, possessione o amore… è gioco e passione, con la consapevolezza che quell’attimo anche se si ripete non sarà mai come la prima volta, quindi quando ci ripensi c’è  molta malinconia ma rimane tutto fortemente sexy e passionale.

 

E’ stato un piacere ascoltare “InsomniaSun Set” e poterne parlare con te. Ora avrei altre cose da chiederti.

Forte dell’ esperienza con “Tecniche Perfette” sei costantemente in contatto con la novità, con le avanguardie artistiche e i rapper che cercano di emergere attraverso i tuoi contest. Dal tuo punto di vista come giudichi l’attuale scena rap italiana, cosa le manca e, soprattutto, riesci a rispecchiartici?

Non posso giudicarla perché non è la mia era, io sono di un paio se non di tre ere prima, i miei idoli sanno suonare, sanno scrivere, sanno esprimere,  dipingono pure… 3\4 di loro sono pessimi imprenditori, invece sti ragazzini grazie ad internet possono dare consigli a Montemagno già a 16 anni.

Sanno copiarsi per garantirsi un cliché riproducibile e fruibile per farci del business…al di la del contatto umano e morale, cosa potrei mai dirgli che venga preso in considerazione?

Ma non tutti hanno questo approccio, altri hanno la testa sulle spalle, ma la loro musica e i loro testi sono molto precisi e funzionali.

Tra questi nuovi mi piace molto Tera.

 

Rimaniamo sul Tecniche Perfette, ci sono novità in vista della finalissima di settembre?

Ogni anno abbiamo aggiunto e tolto elementi alla giuria, arricchito e tolto live… quest’anno non saremo da meno, l’anno scorso abbiamo avuto modo di spiazzare i puristi con il flow travolgente di EmisKilla che sembrava di avere fatto le battle fino alla settimana prima.

Quest’anno ci saranno ben due elementi spiazzanti.

Oltre al fatto che abbiamo introdotto in collaborazione con Radio Deejay la prima selezione alla radio… andate a cercare l’evento Facebook!

 

Ultima domanda sul Tecniche, apriamo la valigia dei ricordi: c’è un aneddoto simpatico legato al format che vuoi raccontarci?

Ce ne sono davvero troppi legati sopratutto ai viaggi in tour, ma posso dirti di quando Spitty Cash parecipò che era ancora il fenomeno trash, oppure di quando senza avvertire nessuno e facemmo partecipare Gabry Gabra il comico di Colorado e gli mc si incazzavano quando lo facevamo vincere apposta con la giuria, in cui c’erano Primo e Grandi Numeri, rischiò di essere picchiato dal pubblico se non svelavamo che li stavamo trollando.

 

Cos’ha in programma Mastafive per l’estate?

Il mio programma per l’estate ormai da qualche anno è sempre lo stesso, ho il mio tour estivo e quest’anno è improntato su “InsomniaSunSet” dj set tour, dove performerò con la mia Roland DJ 808 e il machine i mie i pezzi strumentali e una selecta che gravita sulle sonorità che ho scelto, sempre molto uptempo e NU funk.

Ad agosto uscirà il mio consueto mixtape di fine estate sul canale mixcloud dal titolo Got Summer arrivato al terzo episodio.

Sarò in onda su Radio Dee Jay per tutti i pomeriggi di agosto all’interno di SayWad, vI invito a seguire UniversalHipHop Radio http://bit.ly/UHHR_Listen trasmettono da New York  e dentro ci troverete la trasmissione condotta da me e Donald D : “Universal Cypha”.

 

Grazie Masta e buona fortuna.   

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook