Enzo Dong, una bomba da ‘Sott e bas’

Enzo Dong, una bomba da ‘Sott e bas’

Crudo, diretto, deciso. Enzo Dong ha aperto il 2016 pubblicando il video del suo ultimo singolo, ‘Sott e bas’, fuori da ieri. Negli ultimi tempi il giovane rapper napoletano ha fatto parlare molto di sé, doveroso presentarlo a dovere. Napoletano, s’è detto, classe ’90,  nato e cresciuto tra Secondigliano e Scampia, quartieri che ne hanno segnato il percorso umano e artistico. Un rapporto viscerale e mai sconfessato quello col suo contesto urbano, come suggerito dal nome d’arte: ‘Dong’ è infatti l’acronimo che sta per ‘Dove Ognuno Nasce Giudicato’.

 I primi lavori risalgono al 2007, nel 2009 l’incontro con J-One dei Fuossera, con cui inizia a collaborare nei pezzi e nei live. Il primo singolo ufficiale, “Lo so che mi vuoi”, arriva tuttavia solo nel gennaio 2012. Tra il 2013 e il 2014 il ragazzo dei quartieri comincia a farsi conoscere attraverso una serie di singoli come “D-Muta”, “Impero” e “Tyson”, che gli danno la possibilità di collaborare con altri esponenti della scena partenopea quali Kimicon Twinz, Akey, i neomelodici Ivan Granatino e Franco Ricciardi, oltre ai Fuossera, che per lui continuano ad avere sempre un occhio di riguardo.

Si fa notare pure dal produttore D-Ross ed entra a far parte della sua etichetta, la RC Music. La svolta arriva nel 2015 con la hit ‘Che Guard a Fa’, manifesto di rivincita per tutti i ragazzi cresciuti nella Napoli più difficile. Chiude l’anno appena passato con il freestyle “Secondigliano Regna” ed ora torna con una nuova perla. La speranza è che il 2016 possa regalarci il primo album ufficiale.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook