Fuori “The Third Eye”, il primo lavoro ufficiale di Hour

Fuori “The Third Eye”, il primo lavoro ufficiale di Hour

E’ in free download da oggi,  per Grounder Music, ‘The Third Eye’, lo street album di Edoardo Conti, in arte Hour. Si tratta del primo lavoro ufficiale per il rapper romano classe ’88, ma questo non deve ingannare. Hour in questi anni non se n’è stato con le mani in mano e si è costruito una street credibility importante grazie a progetti e collaborazioni di una certa rilevanza. Si avvicina al mondo dell’hip hop intorno ai 14 anni grazie al writing, dopo qualche anno l’incontro col giovane produttore Depha segnerà una svolta nel suo percorso artistico: nel 2009 il fondatore di Grounder Music lo chiama su ‘Violent beat vol.1’, progetto cui prenderanno parte pure nomi di spicco della scena romana come Noyz Narcos e Chicoria.

Nel 2010 il primo demo, ‘Hour?’. Uno dei brani, ‘Dunfiato’, gli fa da ponte per gli States: nel 2014 Redman riprende il pezzo con lo stesso titolo e la campionatura della voce dell’artista romano, ponendo intanto le basi per una collaborazione a distanza Roma- New York. Hour si dedica quindi a ‘Rome York’, progetto che lo vede impegnato col suo collettivo nella realizzazione di videoclip e gli dà modo di entrare in contatto con mostri sacri della scena americana quali WuTangClan, Onyx, MobbDeep, Public Enemy, Sean Price e molti altri. Il biennio 2013-2014 vede un Hour impegnatissimo sul fronte live: tante serate nella Capitale e diverse aperture di spessore, con Kaos, Brokenspeakers, i ‘Poteri Forti’ di Mr.Phil e gli stessi Onyx che si affidano a lui nelle rispettive esibizioni. Nel 2015 esce quindi ‘T.Y.O – TakeYouOffshore’, ep di tre tracce che conferma la maturità artistica di Hour, pronto ormai per il debutto ufficiale.

Eccoci quindi a ‘The Third Eye’; il tema del terzo occhio è un elemento fondamentale dell’immaginario dell’artista, tanto da diventarne quasi poetica. Hour cerca di scardinare i limiti di superficialità e materialismo, divenuti ormai cardine della corrente produzione rap, descrive la realtà tramite la propria spinta interiore, grazie ad un linguaggio immaginifico e metaforico che si sposa benissimo con le diverse sonorità del disco, tra cui alcuni campionamenti classici e lirici. L’album è scaricabile dal sito di Grounder Music, non ci resta che ascoltare.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook