Cantieri San Paolo a Roma: da campo da basket ad opera d’arte

Cantieri San Paolo a Roma: da campo da basket ad opera d’arte
Fonte: profilo Ig Nicola Zingaretti

Il quartiere romano tra Valco San Paolo e l’IIS Rossellini diventa un laboratorio di street art a cielo aperto grazie a una serie di interventi da parte di artisti nazionali e internazionali. Greg Jager, Gojo e Collettivo ‘900 raccontano la periferia romana grazie al progetto a cura di Michele Trimarchi, realizzato in collaborazione con la Regione Lazio per l’iniziativa Lazio Street Art con Dominio Pubblico, diretto da Tiziano Panici.

Fonte-Roma-TOday
Fonte: Roma Today

Integrazione multicolore

Due campi da basket si trasformano in vere e proprie tele artistiche, il progetto invade così gli spazi del quartiere e diventa fruibile dai cittadini che tutti i giorni si trovano a calpestare colori e forme diverse. La stessa diversità che caratterizza le comunità che abitano il posto: culture, lingue e tradizioni si mescolano passando dai romani da sette generazioni ai migranti appena giunti nella capitale. Gli artisti creano un tessuto variopinto partendo da due progetti principali: Tiber Courtyards, curato da Michele Trimarchi e realizzato dall’artista Greg Jager, consiste nella rigenerazione di due campi da basket lungo la zona urbanistica di Valco San Paolo attraverso linee che rinnovano le dinamiche spaziali e culturali del quartiere. Queste si ispirano all’identità del Tevere, simbolo dell’energia della capitale, allegoria dello scorrere del tempo e delle popolazioni che, nel tempo, hanno contribuito all’ accumularsi di arte e culture diverse su cui poggia la Roma di oggi. Il secondo progetto, One Take Project, curato da Paolo Colasanti – in arte Gojo – vede invece la realizzazione di tre opere murali nel complesso architettonico dell’Istituto statale Cine-tv Roberto Rossellini, da parte di Leonardo Crudi ed Elia Novecento. I murales raccontano la storia del cinema italiano a 80 anni di distanza dal primo film del regista a cui è intitolata la scuola.

Fonte-profilo-Ig-Nicola-Zingaretti
Fonte: profilo Ig Nicola Zingaretti

Utile e dilettevole

«Oltre al restauro a livello estetico i campi sono stati rimessi a nuovo con l‘utilizzo di materiali specifici per esterno, migliorando così la fruibilità, anche i tabelloni con i canestri sono stati cambiati» – racconta in quest’intervista Luca della squadra All Reds Basket, della quale fanno parte i ragazzi che da anni gestiscono il centro sociale Acrobax. «Il campo all’aperto dell’Acrobax è un luogo di ritrovo per molti giovani di Roma sud e funge anche da punto di riferimento per chi vuole avvicinarsi a questo a sport; oltre a sistemare il campo abbiamo ripulito anche l’area e sistemato le panchine e le ringhiere circostanti, non vediamo l’ora che termini la zona rossa per poter inaugurare il nuovo campo» conclude Luca: «Portiamo avanti anche un processo di sensibilizzazione sul bene comune, questo spazio è accessibile a tutti e quindi è importante che ogni persona se ne prenda cura affinché tutti ne possano godere al meglio, questo è possibile coinvolgendo le persone, soprattutto giovani, nei progetti rendendole partecipi e consapevoli del lavoro e della fatica che occorre per realizzarli». Riqualificazione, creatività e dialogo con il territorio: questi i pilastri del progetto, dunque, portato avanti con entusiasmo da decine di ragazzi e artisti dove opere con una straordinaria capacità comunicativa fungono da stimolo per la creazione di nuovi idee e luoghi di aggregazione.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook