Ricreazione: Mottino, Tegolino, Fiesta vs Buondì, Flauti, Maxi King

Ricreazione: Mottino, Tegolino, Fiesta vs Buondì, Flauti, Maxi King

L’estate volge ormai al termine, le ferie sono finite, le strade ricominciano a popolarsi, i parcheggi tornano a scarseggiare e… tra pochi giorni tanti alunni torneranno tra i banchi. Zaino, diario, grembiule, astuccio, quaderno e l’immancabile merenda da mettere nella tasca dello zainetto. Oggi metteremo a confronto tre merendine degli anni passati contro tre merendine dei giorni d’oggi.

Partiamo dai classici:

Buondì o Mottino (Motta)- Un cult, lo abbiamo assaggiato tutti, dal 1953 ad oggi è compagno di prime colazioni e non solo. Una sorta di mini panettone, con tanto di glassa accompagnata da zucchero granellato, ma senza uvetta o canditi al suo interno. Consigliatissimo con il cappuccino, chi non ha mai provato tale abbinamento lo faccia a breve.

Buondì o Mottino
Buondì o Mottino

Tegolino (Mulino Bianco)- Cristiana Capotondi ha fatto una delle sue prime comparse in tv proprio in una pubblicità del tegolino ma questo non è così importante. Il tegolino era una signora merenda, base al cacao, pan di spagna e farcitura di cioccolato, scambiare un tegolino con un altra merenda non era una mossa molto astuta. Lo svantaggio di questa delizia targata Mulino Bianco però era uno solo: il calore dello zainetto faceva sciogliere la base di cacao e ciò, al momento di scartare la merendina, non ti rendeva il bambino più felice della classe.

golo-tegolino
Il Tegolino

Fiesta (Ferrero)- In commercio dal 1960 è una merendina realizzata con del pan di spagna imbevuto di liquore curaçao aromatizzato all’arancia, il tutto rivestito da uno strato di cacao. Anche lei aveva la pecca di sciogliersi, tolto questo piccolo problema rimane una delle migliori merendine in circolazione. A reclamizzare il prodotto (prima della tizia che “non ci vede più dalla fame”) ci pensarono i Ricchi e Poveri negli spot in onda durante il Carosello.

fiesta-ferrero
Fiesta

Passiamo alle new entry:

Buondì al cioccolato (Motta)- La società fondata a Milano nel 1919 da Angelo Motta ha puntato semplicemente su delle varianti al Buondì classico. La variante che ha riscosso più successo è probabilmente quella al cioccolato, classica brioche con ripieno al cioccolato e rivestimento di glassa al cacao, buona ma la versione classica rimane la migliore.

Buondì al Cioccolato
Buondì al Cioccolato

Flauti (Mulino Bianco)- Pasta lievitata e farcitura di crema in tre varianti: albicocca, latte o cioccolata. La merendina più in voga al momento; nuove generazioni siamo spiacenti, il tegolino o il soldino (parlando di Mulino Bianco) erano di gran lunga superiori.

Flauti
Flauti

Kinder Maxi King (Ferrero)- Vero, non è una merendina ma uno snack semifreddo ma forse è l’unico prodotto degli ultimi anni che regge il confronto con il suo predecessore, in questo caso la Fiesta. Doppio strato di latte e crema mou ricoperto di cioccolato e granella di nocciola, la fiesta era fresca, buona e gustosa ma il signor Maxi King ha una marcia in più. L’unica pecca è che questo snack va conservato in frigo, assai difficile farlo arrivare integro e mangiabile fino alla ricreazione.

kinder maxi king
kinder maxi king

Redazione

06 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook