Renzi: Ue non diventi patria delle burocrazie o delle banche

Renzi: Ue non diventi patria delle burocrazie o delle banche

RenziIl Premier Matteo Renzi, al convegno sul ruolo delle Regioni in Europa, Europa delle Regioni, ha ribadito l’importanza dell’Europa che non deve diventare la patria delle burocrazie e delle banche ma che deve esistere per gli interessi degli stessi cittadini europei.

“C’è bisogno di una qualità che l’Italia ha perso” ha detto Renzi, poi aggiungeva “C’è bisogno di una qualità che l’Italia riacquisti l’autorevolezza persa e autostima. Per anni l’Italia si è raccontata come un insieme di problemi ma l’Italia non è questo, ci sono valori educativi e culturali come la scommessa sul bello”. Renzi ha insistito col dire che “Non possiamo pensare di uscire dalla crisi se continuiamo a guardare a chi ha risultati diversi da noi, sull’economia come sulla disoccupazione, come causa dei nostri problemi”.

Renzi in questo convegno manifesta una chiara simpatia verso il cancelliere austriaco Werner Faymann, iscritto al partito di un’Europa dei cittadini, lo stesso del leader Pd, sostenendo che “serve competitività ma anche equità sociale per tornare ad avvicinare” la gente all’Ue e ridare quella fiducia che tutti cittadini europei si aspettano.

Sebastiano Di Mauro
5 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook