Ballottaggi: sono 148 i Comuni italiani che oggi votano per il Sindaco

Ballottaggi: sono 148 i Comuni italiani che oggi votano per il Sindaco

elezioni-ballottaggi-148ComuniDa questa mattina alle 7 seggi aperti in 148 comuni in tutta Italia che devono eleggere il sindaco e Consiglio comunale. Le operazioni di voto si svolgeranno fino alle 23 e lo scrutinio inizierà subito dopo la chiusura dei seggi, tranne che in Sicilia, dove invece, si vota oggi dalle 8 alle 22 e domani dalle ore 7 alle 15.

Tra i comuni interessati al voto, 14 sono i capoluoghi di provincia: Foggia, Biella, Vercelli, Verbania, Teramo, Livorno, Modena, Pescara, Terni, Bergamo, Cremona, Padova, Pavia, Caltanissetta, e 3 i capoluoghi di Regione: Potenza, Bari e Perugia. Il turno di ballottaggio interessa, per i Comuni in regioni a statuto ordinario e Sardegna, un corpo elettorale di 4.249.450 elettori, di cui 2.030.531 uomini e 2.218.919 donne.

Il ballottaggio avverrà solo tra i due candidati sindaci che hanno ottenuto il maggior numero di voti al primo turno e l’elettore esprimerà la sua preferenza, tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato prescelto. Per poter esercitare il diritto di voto, è necessario esibire, oltre a un documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale permanente. Nel caso in cui si sia smarrita, o risultino esauriti gli spazi per l’apposizione del timbro sulla stessa tessera, sarà possibile chiederne una nuova agli uffici comunali. Si ricorda inoltre che, poiché il turno di ballottaggio costituisce una prosecuzione delle operazioni del primo turno, potranno votare solo coloro che abbiano maturato il diritto di elettorato entro il giorno di domenica 25 maggio 2014, quindi chi ha compiuto il 18 anno dopo il primo turno non potrà votare, mentre chi non ha votato al primo turno potrà farlo oggi.

Moto attesi sono i risultati, che verranno resi in tempo reale dal Ministero dell’interno. I Comuni verso cui sono maggiormente puntati i riflettori sono: Livorno, Modena, Padova e Bari. A Livorno e Modena, città di fortissima tradizione di sinistra, dove per la prima volta il Pd ha dovuto subire “l’onta” del ballottaggio ed è insidiato dal Movimento 5 Stelle. A Livorno, in particolare, Marco Ruggeri è forte del 39,9% dei consensi al primo turno; lo sfidante è Filippo Nogarin che il 25 maggio ottenne il 19%. A Modena Giancarlo Muzzarelli ha sfiorato la vittoria al primo turno con il 49,7%. L’avversario M5s è Marco Bortolotti, fermatosi al 16,3%. A Padova, invece, è la Lega Nord che cerca di insediare lo scranno al Pd, con la sfida tra Ivo Rossi del centrosinistra e Massimo Bitonci che guida il centrodestra. Infine a Bari, Antonio Decaro cerca di confermare la leadership del centrosinistra contro Domenico Di Paola del centrodestra.

Sebastiano Di Mauro
8 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook