Stop al finanziamento pubblico ai Partiti: governo approva le linee guida

Stop al finanziamento pubblico ai Partiti: governo approva le linee guida

«Nel cdm oggi trovato l’accordo su abrogazione finanziamento pubblico dei partiti. Ora la ragioneria deve preparare le norme fiscali del ddl».
Con questo tweet il premier Enrico Letta ha sintetizzato quanto discusso e deciso nel Consiglio dei ministri, svoltosi stamani, e volto a mettere uno stop al finanziamento pubblico ai partiti.

Oggi sono state quindi approvate le linee guida, mentre a partire dai prossimi giorni, ha affermato il ministro degli Affari regionali Graziano Delrio, «lavoreremo ad un testo» per poi cercare di superare alcuni passaggi tecnici relativi agli aspetti tributari e varare un disegno legge.

Una decisione che è stata accolta positivamente da Matteo Renzi, che in un intervista rilasciata a Radio Capital ha ricordato: «Ho parlato più volte con il presidente del Consiglio, su questi temi il governo procederà spedito. Durante le primarie sembravamo solo noi a dirlo ora vedo condivisione. Si parte dal testo di legge presentato da Dario Nardella, che tra l’altro è stato mio vicesindaco».

L’abolizione del finanziamento pubblico è uno dei primi provvedimenti nell’agenda del governo Letta per la parte riguardante le riforme istituzionali. Oggi si è discusso anche del bonus sull’edilizia, ovvero sulla doppia proroga a favore dei contribuenti, la prima (del 55%) sugli interventi di risparmio energetico, la seconda (50%) sulle ristrutturazioni edilizie. La decisione su entrambe le proroghe potrebbe arrivare già dalla prossima riunione del Cdm.

E. F.

(Twitter @FerdinandiE)

24 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook