Sanremo 2017, la serata delle cover: il delicato confine fra tracollo e decollo

Sanremo 2017, la serata delle cover: il delicato confine fra tracollo e decollo

Si è conclusa la terza serata di Sanremo 2017 tra giovani, cover e ballottaggio. Una serata “difficile” sotto molti punti di vista, facile sbagliare, ecco la nostra analisi.

Il Festival di Sanremo 2017 arrivato alla terza serata è nel pieno della gara. Abbiamo ascoltato i 22 Campioni in gara, sei di questi sono andati al ballotaggio. La gara dei giovani ha portato ai finalisti di questa edizione: Francesco Guasti, Maldestro, Leonardo La Macchia, Lele.

Una serata difficile, in cui i Big si sono esibiti con le cover, facile sbagliare in un confronto così importante. Infatti il confine fra il tracollo e decollo è stato molto sottile.

Chiara – Diamante di Zucchero 5
Ha portato due ballate, e per questo Festival non ci fa sentire il suo ritmo… avremmo voluto sentirlo. In questo stile non convince molto. Chiara, torna ad emozionarci.

Ermal Meta – Amara terra mia di Modugno 8
Bella interpretazione e vocalmente molto preparato. Dimostra una voce che non avevamo mai sentito prima e questo colpisce. Bravo Ermal!

Lodovica Comello – Mille bolle blu di Mina 6
Semplice, come un bicchiere d’acqua. Naturale. Un bel compito portato a termine con tanta teatralità ma interpretazione piatta, troppo musical. Un sei politico.

Al Bano – Pregherò di Don Backy 7
Al Bano è Al Bano e lo ripeteremo all’infinito. Che vuoi dirgli? Forse la scelta è discutibile e la performance non brillante, ma al quindicesimo Festival ormai per Al Bano è come cantare a casa sua.

Fiorella Mannoia – Sempre e per Sempre di De Gregori 7 e mezzo
Un’ottima performance, una scelta che non risulta accattivante per il Festival. Sempre centrata con interpretazione e voce. Ma poteva scegliere meglio.

Alessio Bernabei – Un giorno credi di Edoardo Bennato 5
Alessio… ti sentiamo meglio con il tuo inedito. Poco convincente.

Paola Turci – Un’emozione da poco di Anna Oxa 8 e mezzo
Lei è la vera rivelazione della serata, dimostra una carica unica che fa ballare tutta la sala stampa. Tutti in piedi, Paola regala un’esibizione unica. Sale di classifica.

Gigi D’Alessio – L’immensità di Don Backy 8 e mezzo
Anche lui, una cover che lascia tutti senza parole. Ovazioni ed applausi a non finire, Gigi D’Alessio sta facendo davvero bene in questo Festival.

Francesco Gabbani – Susanna di Adriano Celentano 8
Diverte sempre, prende dall’armadio un altro dei suoi maglioni e fa ballare il Teatro Ariston. Una scelta particolare sulla canzone, ma riesce a trascinare e in sala stampa appena finita la canticchiavamo tutti.

Marco Masini – Signor Tenente di Giorgio Faletti 7 e mezzo
Molto attesa questa versione di Marco Masini, difficile anche per lui, una sfida riuscita, Marco riceve applausi da tutta la sala. C’è da dire che questo titolo è davvero delicato, e che solo Faletti riusciva a renderla perfettamente nella sua completezza.

Michele Zarrillo – Se tu non torni di Miguel Bosè 7
Una ballata romantica, Zarrillo l’affronta con tranquillità, almeno all’apparenza perché non è affatto facile. Un bel lavoro.

Elodie – Quando finisce un amore di Riccardo Cocciante 8
Lei sta facendo un Festival in ascesa, il suo percorso sta prendendo una bella svolta. Interpretazione azzeccata e vocalmente trasmette molta emozione. Elodie è una rivelazione.

Samuel – Ho difeso il mio amore de I Nomadi 4
Samuel ancora si capisce quale direzione voglia prendere in questo Festival. Non mette in luce le sue capacità. Peccato…

Sergio Sylvestre – Vorrei la pelle nera 7
Si torna a ballare con Sergio Sylvestre, in duetto con i Soul System, trascina la platea, tutti a ballare. Pure per lui.
Sergio fa bene, anche se molto emozionato e a tratti fuori tempo.

Fabrizio Moro – La Leva Calcistica del 68′ di Francesco De Gregori 6
Il brano è uno dei più belli scelti stasera, purtroppo non tra i migliori come interpretazione. De Gregori è un’istituzione troppo grande, forse troppo per Fabrizio Moro. Bravo ma il pezzo richiede di più.

Michele Bravi – La stagione dell’amore di Franco Battiato 7
Non una canzone che fa per lui, preparato vocalmente, un po’ meno dal punto di vista interpretativo. L’inedito lo mette in una luce migliore. Lo apprezzeremo in semifinale.

VINCE ERMAL META LA SERATA DELLE COVER DI SANREMO 2017

LA GARA DEI BIG IN BALLOTTAGGIO
Ron, Raige e Giulia Luzi, Bianca Atzei, Clementino, Nesli e Alice Paba e Giusy Ferreri si sono sfidati con le proprie canzoni sanremesi. A passare alla serata di questa sera, venerdì 10 febbraio, sono Clementino, Bianca Atzei, Giusy Ferreri e Ron.

Ci avviciniamo alla serata finale del Festival.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook