Sanremo 2017: le pagelle dei Big per la seconda serata, tra sorprese e delusioni

Sanremo 2017: le pagelle dei Big per la seconda serata, tra sorprese e delusioni

Sanremo 2017 continua e va avanti, ecco le nostre pagelle per la seconda serata del Festival di Sanremo 2017. Tanti brani da valutare al primo ascolto, le nostre valutazioni sono ovviamente su un primo ascolto. Ecco le nostre pagelle!

Bianca Atzei – Ora esisti solo tu 6 e mezzo
Lei è la più “silurata” del Festival, e noi spezziamo una lancia a suo favore. Bianca Atzei ha fatto bene, la canzone è orecchiabile, non la peggiore di certo. Vorremmo riascoltarla.

Marco Masini – Spostato di un secondo 9
La sua canzone è tra le nostre preferite, innovativa, con sonorità moderne ma che non fa rimpiangere i grandi classici di Masini. Può arrivare in posti molto alti in classifica.

Nesli e Alice Paba – Do retta a te 2
Più, tu, blu, no, non funzionano, poca intesa, movimenti scenici impacciati di lei. Troppa poca preparazione per affrontare Sanremo, Nesli è stato molto penalizzato.

Sergio Sylvestre – Con te 6 e mezzo
Da una firma così importante ci aspettavamo qualcosa di più, la sua interpretazione va bene, vocalmente tanta emozione. Sergio ha molto potenziale, può fare molto di più. Anche per lui, lo riascoltiamo.

Gigi D’Alessio – La prima stella 7 e mezzo
Un brano tanto atteso quanto la sua interpretazione. Funziona, è particolare, attira l’attenzione. Vocalmente non brilla, forse non in una delle sue serate migliori ma sicuramente deve andare avanti.

Michele Bravi – Il diario degli errori 8
Per la prima volta vediamo Michele Bravi in tutta la sua completezza. Interpreta bene ed il brano è il giusto per lui, merita la possibilità di andare avanti.
Un bel pezzo.

Paola Turci – Fatti bella per te 7 e mezzo
Brava, Paola Turci si presenta a Sanremo con una canzoe che la rappresenta. Il suo brano si intreccia bene con tutti gli altri del Festival, ritmo ballabile ed interessante. Per noi può arrivare in fondo.

Francesco Gabbani – Occidentali’s Karma 9
All’Eurovision, subito. Francesco Gabbani fa ballare tutti quanti e la sua canzone è davvero innovativa. Sulla riga di Amen, ma tutta un’altra storia. Gabbani deve arrivare in fondo, assolutamente. In arrivo il tormentone.

Michele Zarrillo – Mani nelle mani 7 e mezzo
La sua canzone ha fatto subito il giro della stampa e delle radio. Però vogliamo riascoltarla per essere sicuri che ci piaccia davvero, ma Michele Zarrillo e il suo carisma colpisce sempre.

Chiara – Nessun posto è casa mia 4
Chiara? Che ci combini? Non sappiamo davvero come poter valutare questa canzone, che, ad oggi non ci ha proprio convinto. Troppo piatta e il brano non è proprio da Sanremo. Peccato per il suo grande talento!

Raige e Giulia Luzi – Togliamoci la voglia 8
I due outsider di Sanremo stupiscono. Il brano è radiofonico come pochi di quest’anno e convincono come maturità artistica. Giusta coppia e giusto pezzo.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook