Intervista ad Antonella Lo Coco: “Torno al rock con Fiorella Mannoia”

Intervista ad Antonella Lo Coco: “Torno al rock con Fiorella Mannoia”

Antonella Lo Coco: “Torno al rock con Fiorella Mannoia” Foto di Michele Piazza

Abbiamo intervistato Antonella Lo Coco, dopo l’esperienza ad XFactor 2012, per lei la musica non si è mai fermata.

Il grande pubblico la conosce come concorrente di XFactor 2012,  Antonella Lo Coco torna con un progetto musicale nuovo grazie alla collaborazione di una delle artiste più importanti della musica italiana: Fiorella Mannoia.
E’ uscito lo scorso 20 maggio 2016 il nuovo singolo “Non ho più lacrime” di Antonella Lo Coco firmato Fiorella Mannoia, Bungaro e Cesare Chiodo prodotto da Carlo di Francesco e la stessa Fiorella. Un brano dalle sonorità pop/rock che apre un cambiamento nelle sonorità della cantante, già al lavoro al prossimo album di inediti dopo Geisha pubblicato nel 2013.

«’Non ho più lacrime’ racconta la delusione che si trasforma in forza dopo la fine di una storia fatta di bugie – racconta Antonella Lo Coco – Fiorella ha dato voce con le sue parole e con una forte linea melodica, a quello che sentivo di raccontare al pubblico. Il nostro incontro è stato una sorpresa per me e collaborare con lei è stato illuminante ed estremamente costruttivo… la sua influenza artistica mi ha permesso di aprire dei canali emozionali nuovi e di cominciare questo nuovo percorso musicale con determinazione. Sono davvero onorata di questa collaborazione con Fiorella, artista che stimo da sempre»

Abbiamo intervistato Antonella Lo Coco per scoprire qualcosa di più sul nuovo brano e prossimi progetti in arrivo

ciao Antonella, da quando sei uscita fuori da XFactor sei “quella di XFactor”, ma oggi invece hai una carriera piena di esperienze. Togliendo questa nomina, come vorresti che il pubblico ti riconoscesse?
Semplicemente come cantante, è proprio semplice, e che il mio nome fosse associato ad una canzone che piace particolare. Una delle più belle soddisfazioni per ogni artista! Questo non vuol dire che rinnego il fatto di aver partecipato ad un talent, assolutamente no! E’ stato un periodo di passaggio e queste sono etichette che vanno bene per quel periodo, poi bisogna staccarsi e costruirsi un percorso, andare avanti nella propria carriera.

Le etichette rischiano di tenerti troppo legata a quella che eri quattro anni fa, oggi sei cambiata…
Certo, sicuramente, una crescita sia durante XFactor e assolutamente dopo! Mi sono messa alla prova in vari campi oltre a quello musicale, in ambito artistico sono cresciuta molto ma anche a livello personale. Ho avuto modo di collaborare con tanti artisti della scena musicale italiana, nel mio primo disco ho collaborato con i Planet Funk, ho fatto molti featuring e ora con Fiorella. Sono tutte cose che fanno maturare e io sono felice che tutto non si sia fermato ad XFactor, sono felice del dopo!

Il talent ha influenzato il tuo modo di fare musica?
Sia in positivo che in negativo, si! Posso dirti che appena fuori da XFactor avevo un contratto con Sony, e una casa discografica per portare un artista in radio o comunque nei circuiti del grande pubblico ricerca delle canzoni molto radiofoniche, si cercano delle cose che siano popolari. Io dopo XFactor ho passato un momento, circa un anno dopo, in cui ho fatto davvero fatica a scrivere ed io sono una che ha sempre scritto tantissimo! Però avevo mentalmente dei paletti e mi chiedevo se il pezzo fosse stato abbastanza radiofonico, se fosse entrato in determinati criteri, inconsciamente avevo questi pensieri che mi inibivano la scrittura. Poi ovviamente è passato, però è stato un lato negativo del dopo-talent. Non mi hanno mai imposto niente, devo essere sincera, però ricercare canzoni radiofoniche mi ha condizionato nella scrittura.

Ti sei presentata in un ambiente pop, adesso esce fuori un’anima rock…
Il pre-XFactor ero molto rock! Nel programma mi sono sperimentata nell’elettro-pop e mi è piaciuta molto questa strada, quindi una volta fuori ho pubblicato un album che fosse in linea con ciò che avevo fatto ad XFactor. Dopodichè in modo spontaneo e naturale sono tornata a quello che avevo avuto da sempre dentro musicalmente quindi al pop/rock, Fiorella ha capito e ha letto nella mia anima musicale queste sfumature, quindi “Non ho più lacrime” rispecchia molto questo.

Anche il tuo look è decisamente rock.
Si questo si, è il mio essere un po’ androgina forse, ma non è mai stato niente di costruito ma tutto assolutamente normale. L’anima rock è sembra stata lì e adesso è uscita fuori!

È arrivato un singolo con Fiorella Mannoia, un incontro nato grazie ad XFactor… l’hai sempre seguita?
Io la seguivo prima e tra l’altro ho molti ricordi legati alle sue canzoni perchè è sempre stata la cantante preferita di mia mamma, la seguiva da sempre. Quindi Fiorella è stata nella mia vita anche prima da XFactor! E’ una grandissima soddisfazione, sia dal punto di vista professionale e personale.

In che modo avete lavorato al brano?
Quando ho ascoltato il brano non c’era ancora un testo ben definito, ci siamo confrontate su quello che volevamo dire e da lì abbiamo scritto due versioni del testo e ce le siamo scambiate. Devo dirti che nonostante avessimo scritto a distanza, ci siamo trovato molto sulla stessa lunghezza d’onda e sia il mio che il suo pur usando parole diverse volevamo dire la stessa cosa. Alla fine abbiamo scelto il pezzo di Fiorella scritto insieme a Bungaro e Chiodo, io ho cominciato a fare dei provini a Reggio Emilia e mandato le prime bozze per capire come muoverci. Poi sono andata a registrare da lei a Milano e Roma.

E’ una collaborazione che durerà nel tempo o si concluderà con il singolo?
L’idea è quella di chiudere il progetto a 360° e ad arrivare all’album, stiamo già lavorando su alcuni brani ma siamo ancora ad una fase iniziale e abbiamo molti brani. Alcuni scritti da me e altri da Fiorella, la produzione la curerà sempre Carlo di Francesco che ha prodotto anche “Non ho più lacrime”. Il progetto è in evoluzione!

Avere la stima e la collaborazione di Fiorella Mannoia per un artista che vuole farsi conoscere al grande pubblico, significa molto.
Si, io non me l’aspettavo e sono orgogliosa, ogni volta che ci vediamo o sentiamo la ringrazio infinitamente. Per me non è scontato e questa possibilità che mi sta dando è unica, nonostante io non sia un emergente agli inizi non mi aspettavo di poter collaborare con lei e si prendesse a carico il mio progetto. Mi godo questa bellissima esperienza e spero di farlo ascoltare a più persone possibili.

Il modo di lavorare di Fiorella sarà quello che l’ha portata al successo, rispetto al precedente album hai trovato differenze nella lavorazione?
Diciamo che sulla parte dei testi, c’è molta più attenzione e questo credo sia dato dal fatto che lei sia una grandissima autrice e interprete. Questo mi piace tantissimo perchè mi sta trasmettendo bellissimi input per scrivere ed interpretare in modo diverso quello che magari voglio cantare. La sua influenza è decisamente positiva, stare in studio con lei non è mai uguale, c’è sempre qualcosa da imparare.

Mi hai detto che il primo album era in linea con il percorso ad XFactor, nel prossimo cosa ci sarà?
“Non ho più lacrime” rappresenta molto sia musicalmente che a livello di testo, sarà un album molto forte in molti punti di vista, al momento ci stiamo lavorando, sono tanti brani e non ho ancora un quadro definito di ciò che sarà. Sicuramente sullo stile del singolo. La cosa che mi fa piacere è che Fiorella ha scelto anche di lavorare su cose che ho scritto io e mi ha dato spazio anche dal punto di vista autoriale.

Oggi cosa vuoi trasmettere?
La forza e la determinazione che sento, nel singolo si sente tanto questa cosa, nel testo e nell’arrangiamento che hanno delle sfumature rock molto forti. Quando ci siamo incontrate io e Fiorella mi ha detto che non bisogna mai mollare e che il percorso per arrivare ad essere grandi è sempre molto complesso. La determinazione è alla base di tutto.

ANTONELLA LO COCO – NON HO PIU’ LACRIME

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook