I Dear Jack vogliono continuare con il successo: arriva un nuovo frontman

I Dear Jack vogliono continuare con il successo: arriva un nuovo frontman

Chiodo schiaccia chiodo. Questa volta però non si parla di una storia d’amore in stile Moccia ma di una band che sta affrontando una separazione del suo frontman: i Dear Jack.

Da quando Alessio Bernabei, ormai ex-leader del gruppo vincitore di Amici 2014, ha dichiarato di voler continuare la sua carriera da solo, schiere di giovanissimi fans hanno riempito i social di commenti contrari alla decisione presa dal novello solista. Ma la band non ne vuole sapere e vuole, giustamente, continuare a seminare e raccogliere il frutto di un successo avvenuto in così poco tempo. Sono tanti i concerti da tutto esaurito che hanno registrato in questi mesi, inclusi un concerto al Forum di Assago di Milano e la prestigiosa Arena di Verona, voi lascerete tutto questo? E se il vostro frontman decidesse di andarsene e cavalcare il mondo musicale tutto solo? Semplice, trovereste un altro cantante.

È così che hanno fatto e Riccardo Ruiu, attuali e rimanenti componenti della band. Si sono subito dati da fare per trovare un degno sostituto del gruppo, in grado di poter trainare e garantire un futuro ai nuovi Dear Jack.
Per trovare il successore di Bernabei si sono spinti fino alla scorsa edizione di XFactor, infatti sarà Leiner Riflessi, ex-concorrente a prendere il posto di cantante all’interno del gruppo, una decisione secondo le dichiarazioni presa all’unanimità: La nostra scelta di accogliere Leiner nella band” – dicono i Dear Jack – “è arrivata dopo aver valutato diversi artisti. Siamo molto soddisfatti della nostra scelta, perché Leiner è un musicista dai molteplici talenti e con il quale ci siamo trovati subito in sintonia. Siamo felici di cominciare insieme a lui questa nuova avventura.”

A quanto detto, la nuova formazione ha deciso di sfruttare tutte le carte e gli assi nella manica di Leiner, classe 1997, che è un cantante, ballerino e interprete.
Magari lo stile dei Dear Jack potrebbe diventare simile a quello dei Blue o Backstreet Boys, con coreografie accurate durante la canzoni.

Per ora, la curiosità è tanta, staremo a vedere.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook