LAURA PAUSINI: “Ci sono canzoni meravigliose che non passano mai in radio, io non sono mai uscita con singoli che non mi appartenessero”

LAURA PAUSINI: “Ci sono canzoni meravigliose che non passano mai in radio, io non sono mai uscita con singoli che non mi appartenessero”
Laura Pausini e le radio, lo sfogo sui social

Laura Pausini e le radio, lo sfogo sui social
Laura Pausini e le radio, lo sfogo sui social

Dovrebbero mancare davvero pochi mesi all’uscita del nuovo album e Laura Pausini non vede l’ora. Attraverso il suo canale Facebook, uno dei profili vip più seguiti in questa calda estate 2015, la cantante romagnola stuzzica giornalmente i suoi fan postando foto, basi musicali e brevi video riguardo il nuovo disco Simili.

Rispondendo ai commenti dei suoi sostenitori Laura ha però voluto sottolineare come lei faccia sempre le scelte con il cuore, a volte riflettendo tanto altre volte con l’istinto, “a volte scegliendo i brani chiamati Radio Friendly (Limpido, Benvenuto, Non c’è) e altre volte uscendo con brani mai entrati nei primi 10 in classifica radiofonica (Vivimi, Invece no, Non ho mai smesso, Incancellabile, In assenza di te)”.
La radio è, secondo la Pausini, l’unico mezzo che può al giorno d’oggi salvare le case discografiche che sono in crisi con l’avvento di internet e della pirateria. Il passaggio in radio però può essere condizionato e, dice Laura “ci sono alcune canzoni meravigliose che però non fanno ZUM ZUM ZUM ZUM e in radio non passano con facilità. Ma non passare in radio non significa molto per alcuni cantanti. Alcuni non si sentono mai e riempiono gli stadi, ognuno ha il suo pubblico. C’è gente che è prima in classifica in radio e non riesce a riempire un teatro. Questo mestiere non si può spiegare, va a fortuna, sono anni che lo dico”.

Riguardo il passaggio radiofonico Laura Pausini ha poi parlato di alcuni sui brani mai usciti come singoli e dice che “più di tre singoli non passano mai in radio da un solo disco perché le case discografiche dicono che dopo due singoli l’album diventa vecchio. Penso che dentro il mondo delle radio ci siano ancora dei professionisti capaci. Credo che alcune radio abbiano una programmazione stupenda, altre magari hanno delle regole da seguire per cui dopo un po’ di mesi devono rinnovare la musica”.

Laura è però sempre decisa e così quando nel 2009 il suo capo Warner le disse che la canzone Inedito (in duetto con Gianna Nannini) era una canzone orrenda e si era opposto lei l’ha comunque inserita nel disco perché amava quella canzone anche se, allibita, dice che nessuno l’ha fatta diventare un singolo.

Adesso però è pronta, Simili sta arrivando e sarà un album diverso dagli ultimi ma sempre suo perché Laura dice di essere solo cresciuta ma mai cambiata “e forse farò una scelta per molti giusti e per molti sbagliata -continua in un commento- resta il fatto che io non ho mai cantato qualcosa che non mi appartenesse e non sono mai uscita con singoli che non fossero strettamente legati alle mie emozioni. So che non esisto solo io ma io faccio questo mestiere perché ho bisogno di musica per aiutarmi e per dire chi sono e come mi sento. In un disco intero c’è tutto, c’è come sono io, da sempre”.

Enrica Iacono
20 agosto 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook