“Se potessi Amarti ancora”, il nuovo singolo di Rita Pavone

“Se potessi Amarti ancora”, il nuovo singolo di Rita Pavone

Rita-pavone-se-potessi-amarti-ancoraProsegue senza sosta l’attività dell’inossidabile ex “pel di carota”, che con invidiabile costanza mette a disposizione del suo pubblico, ancora numeroso, tutta la sua grinta ed è innegabile che oggi come sempre riesce a stupire con la sua bravura, che la conferma regina della canzone italiana a cui ha saputo dare un impronta che resterà per sempre nella storia della musica.

Di ritorno dal successo del tour italiano e dalla data canadese, con oltre 5000 spettatori, Rita Pavone è pronta ad annunciare la radio date di un nuovo singolo: SE POTESSI AMARTI ANCORA. Il brano, scritto da Burt Bacharach e riadattato in italiano da Enrico Ruggeri, che ne ha curato la traduzione dal testo originale “If I never get to love you”, è incentrato sull’incredibile abilità interpretativa di Rita e sull’arrangiamento innovativo e di grande impatto del Maestro Enrico Cremonesi, protagonista anche dell’inserto rap all’interno della canzone.

Da venerdì 4 luglio, sarà in rotazione radiofonica Se Potessi Amarti Ancora, il nuovo singolo che Rita Pavone ha tratto da MASTERS (Sony Music), il doppio cd che ha sancito il suo dirompente ritorno sulla scena musicale italiana dopo 8 anni di silenzio. Il disco che Rita sognava di realizzare da una vita e che ha personalmente curato e prodotto, affidando tutti gli arrangiamenti al M° Enrico Cremonesi.

Rita Pavone nell’esecuzione di SE POTESSI AMARTI ANCORA conferma ancora una volta la modernità del progetto “Masters” che, da ormai un Anno, sta raccogliendo successi in tutto il Mondo.

Tra i prossimi importanti appuntamenti di Rita Pavone ricordiamo il 20 luglio il “Festival Collisioni” a Barolo dove , intervistata da Emilio Targia, si racconterà al pubblico in sala e il 7 agosto il “Festival del Film” a Locarno per raccontare “Rita La Zanzara” all’ interno della retrospettiva sulla Titanus .

Sebastiano Di Mauro
2 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook