“Rita is back”: Milano conquistata dall’energia di Rita Pavone

“Rita is back”: Milano conquistata dall’energia di Rita Pavone

rita-is-back-coverjpgDopo la grande prova generale di mercoledì 30 aprile, ieri sera Rita Pavone ha fatto il suo debutto ufficiale del tour teatrale «Rita Is Back – Live 2014», che segna il ritorno sui palcoscenici dei teatri italiani dopo nove anni di assenza volontaria.
Cominciato con leggero ritardo il fantastico show ha regalato al pubblico milanese due ore e mezzo ininterrotto di spettacolo arricchito da suggestive immagini e proiezioni, dalle luci e dall’acustica, ma soprattutto di grandi emozioni e questo solo grazie a questa grande artista che ha dato un’impronta unica all’eccezionale evento. Sì, perchè, sia pure l’ottimo impianto scenografico, che pure ha contribuito all’alchimia generale dello spettacolo, la vera attrazione, come giusto che fosse, è stata l‘incredibile e sorprendente energia di Rita, che si è data completamente al pubblico, dando prova di essere all’altezza della sfida che ha voluto lanciare. Il pubblico ha apprezzato, contraccambiando con lunghi applausi e incitazioni, per restituire le emozioni che si sono create in un atmosfera di grande gioia.rita-is-back-livejpg
Mai incertezza nella sua voce che è assolutamente maturata e addirittura migliore di quello che ricordavamo, pur conservando il caratteristico timbro vocale che gli appartiene e che ne hanno fatto un’icona della canzone italiana ed internazionale.
Ultimamente è stata vista sul piccolo schermo, come giudice, del talent show di Raiuno «La pista» ed appariva in ottima forma, ma si può affermare, senza tema di smentita, che Rita Pavone è una vera forza della natura, ed in lei è ancora presente la battagliera Gianburrasca di sempre, ma che nella sua maturità va al di là dei clichè costruiti sul suo personaggio.
Rita, ex pel di carota, artista completa ed eclettica, ha intrattenuto il pubblico con diversi brani classici americani, tratti dal recente doppio album «Masters», che come lei stessa ha affermato ha rappresentato la realizzazione del suo sogno nel cassetto.
Non sono mancate le hit storiche come «La partita di pallone», «Il ballo del mattone», «Datemi un martello», «Come te non c’è nessuno» «Cuore», «Fortissimo» e tante altre, così come diverse cover di famosi successi.
Non poteva mancare neanche un medley tratto dal «Giornalino di Gian Burrasca», che come ha sottolineato la stessa Rita ha voluto essere un omaggio alla grande creatività e poesia di Nino Rota, molto più profonda di quello che ricorda generalmente il grande pubblico col famoso brano «La pappa col pomodoro».
Sul palco si sono avvicendati alcuni amici dell’artista che hanno voluto salutarla e dare il loro contributo all’amica che ha rimesso in gioco se stessa. Il primo Dario Gay, poi Enrico Ruggeri, Loredana Berté e l’apprezzatissimo attore di musical Manuel Frattini.rita-is-back-cover-saluti-jpg
A fine spettacolo il pubblico ha tributato a Rita una grande ovazione e ad acclamazione ha dovuto concedere ancora un brano cantando «Geghegè», come saluto finale per il suo pubblico che non voleva lasciarla andare.
Siamo anche riusciti ad incontrare la cantante nel suo camerino, dove era ad attenderla il marito Teddy Reno e Rita, nonostante la stanchezza, ha ricevuto amici e stampa, concedendo un piccolo spazio per ognuno, a dimostrazione del grande affetto.
Alla domanda “dove trovi tanta energia”, la risposta è stata “nell’amore per la musica e per il mio pubblico che dimostra di apprezzarmi ancora”.
Abbiamo anche chiesto se “ci sarà un tour 2015”, la riposta è stata “Non ho progetti per il futuro. Vivo giorno per giorno e ora mi impegno in questo dando il meglio che posso”.
Non possiamo che augurare a Rita tanta fortuna, per la sua scommessa che ha già vinto!

Sebastiano Di Mauro
7 maggio 2014

Il video del saluto finale di Rita:

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook