Antonello Venditti ed il suo “Ritorno al Futuro”, tra musica, ricordi e malinconia

Antonello Venditti ed il suo “Ritorno al Futuro”, tra musica, ricordi e malinconia

antonello-vendittiCi sono momenti nella vita in cui il presente diventa passato ed il passato futuro“.

Con queste parole Antonello Venditti racconta il suo nuovo tour 70′ /80′ …Ritorno al Futuro“, partito lo scorso 3 febbraio 2014 da Bologna (Teatro EuropaAuditorium) e che avrà il suo culmine con la Festa… dell’8 marzo il Pala Lottomatica di Roma.

Una serie di concerti-evento teatrali fortemente voluti dall’artista romano in cui ripercorrerà canzoni e successi tra due decenni (gli anni 70′ e gli anni 80′), nei quali è stato indiscusso protagonista delle classifiche di vendita  con album indimenticabili, come “Theorius Campus” e “L’Orso Bruno”,”Lilly ” e “Sotto il segno dei pesci”, “Buona Domenica” e “In questo mondo di ladri”, e ancora con grandi classici “Roma Capoccia”, “Le cose della vita” ,”Le tue mani su di me”, “Marta”, “Sara”, “Compagno di scuola”, “Notte prima degli esami”, “Bomba o non bomba”,” Modena”,”Ci vorrebbe un amico”fino a “Giulio Cesare”,”Piero e Cinzia” e alla superhit “Ricordati di me”.

E’ venuto il tempo in cui la mia storia – dichiara Venditti – torna come speranza di non vissuto a riempire la nostra vita. Dico questo – continua – perché quaranta anni passati insieme per tutti potrebbero costituire la nostra storia. Ma le canzoni che l’hanno rappresentata – conclude – e che proporrò sono il nostro ritorno al futuro. Grande attesa anche per la data di Napoli, del prossimo 11 Marzo, che vedrà il cantautore capitolino, di scena al Teatro Augusteo, per un concerto per il quale giorno dopo giorno è sempre pìù pressante l’attesa e la certezza di uno spettacolo indimenticabile.

Paolo Marsico
4 marzo 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook